Tutto il programma dal 20 al 22 gennaio

Capitale della cultura: confermato Mattarella al Teatro Grande per l'inaugurazione

Il presidente della Repubblica parteciperà alla cerimonia istituzionale che inizierà venerdì 20 gennaio alle 17. Reso pubblico il programma delle iniziative nella tre giorni dedicata all'evento
Il presidente Sergio Mattarella
Il presidente Sergio Mattarella
Il presidente Sergio Mattarella
Il presidente Sergio Mattarella

C'è la conferma: il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà presente alla cerimonia istituzionale di inaugurazione di Bergamo- Brescia Capitale della Cultura italiana del 2023 che si terrà venerdì 20 gennaio in contemporanea nelle due città. Il capo dello Stato sarà al Teatro Grande di Brescia per la cerimonia che inizierà alle 17.

«Ci sarà anche un suo intervento istituzionale - ha confermato il sindaco di Brescia, Emilio Del Bono, nel corso della conferenza stampa di presentazione delle giornate inaugurali tenutasi a Milano -. Credo che il presidente Mattarella segni con la sua presenza l’importanza di questo momento, perché le nostre due città hanno pagato un prezzo di sofferenze molto alto durante la pandemia e ci siamo anche impoveriti a livello umano perché molte persone non ci sono più, ma quel giorno saranno lì con noi. Se abbiamo retto quei mesi difficili è perché la natura della nostra gente è straordinaria».

I partecipanti alla conferenza stampa di presentazione degli eventi inaugurali di Bergamo Brescia Capitale della cultura, svoltasi a Milano
I partecipanti alla conferenza stampa di presentazione degli eventi inaugurali di Bergamo Brescia Capitale della cultura, svoltasi a Milano

La cerimonia di inaugurazione, che sarà in diretta su Rai3, si terrà in contemporanea nel teatro Grande a Brescia e nel teatro Donizetti a Bergamo, dove ci sarà la presenza del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, «perché il presidente Mattarella è già stato da poco a Bergamo per l’assemblea nazionale di Anci - ha spiegato il sindaco di Bergamo Giorgio Gori -. Ci saranno interventi istituzionali e momenti musicali a partire dall’esecuzione dell’ inno nazionale nei due teatri».

Il 20,21 e 22 gennaio l'inaugurazione

Una tre giorni che riempirà teatri cittadini, le piazze e i quartieri, anche talvolta con eventi che si terranno in sincrono. Tanto è già stato detto sulla storica rivalità tra Bergamo e Brescia, sorelle di storia e di destino che con questo appuntamento suggellano e praticano l’unione delle due città. A mancare, sino alla conferenza stampa di oggi che si è tenuta al Palazzo delle Stelline di Milano, sono stati i dettagli sulla tre giorni inaugurale.

Il programma del 20 gennaio

 La cerimonia inaugurale dell’Anno della Cultura di Bergamo e Brescia si terrà il 20 gennaio 2023 in contemporanea al Teatro Donizetti di Bergamo e al Teatro Grande di Brescia, tra loro collegati. Si tratterà quindi di un’unica cerimonia con due palcoscenici che vedranno l’alternanza di momenti musicali e l’intervento delle più alte rappresentanze istituzionali italiane.

La manifestazione sarà aperta dal Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, presente a Brescia, e dal Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, presente a Bergamo. L’inaugurazione, che si snoderà in costante alternanza tra i palcoscenici di Bergamo e Brescia, prevede inoltre gli interventi dei rappresentanti delle Istituzioni locali -  i sindaci di Bergamo e di Brescia, Giorgio Gori ed Emilio Del Bono, le assessore alla Cultura, Nadia Ghisalberti e Laura Castelletti - e del presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana. 

I palcoscenici saranno in collegamento grazie a grandi schermi che permetteranno al pubblico presente di seguire quanto accade nell’una e nell’altra città. La cerimonia sarà inoltre trasmessa in diretta nazionale dalla RAI.

Emozione si preannuncia per  l’esecuzione dell’Inno Nazionale da parte di un grande Coro di bambini – da Brescia – con un’introduzione di Gianluigi Trovesi al clarinetto, da Bergamo. Durante la cerimonia sarà eseguita “La Ridda dei Folletti”, opera del compositore bresciano Antonio Bazzini, interpretato dal violinista Giuseppe Gibboni. A seguire si potrà ascoltare l’aria “Quel guardo il Cavalier” tratta dal “Don Pasquale” di Gaetano Donizetti, interpretata dal Soprano Laura Ulloa e, al pianoforte, dal Maestro Danilo Rea.

Il terzo intervento artistico è l’esecuzione de “La Campanella”, composta da Niccolò Paganini da parte di Carlotta Dalia alla chitarra e da Giuseppe Gibboni al violino. La chitarrista pluripremiata Carlotta Dalia suonerà una Chitarra Herman Hauser I del 1939 appartenuta ad Andres Segovia; la chitarra è in prestito dal collezionista Gianni Accornero. Giuseppe Gibboni suonerà un Violino Stradivari del 1699 appartenuto a Leopold Auer.

Infine sarà possibile ascoltare la romanza da salotto “La Conocchia” di Gaetano Donizetti, pubblicata nel 1836 che sarà interpretata dal Soprano Laura Ulloa e, al pianoforte, dal Maestro Danilo Rea.

Sabato 21 gennaio 

 Nelle piazze e nelle strade di e Brescia si riverseranno migliaia di persone per assistere a una pluralità di eventi e appuntamenti con l’arte e lo spettacolo che trasformeranno i due centri cittadini in palcoscenici diffusi e a cielo aperto.

Al mattino e nella prima parte del pomeriggio il programma sarà il medesimo nelle due città. Alle ore 11 migliaia di bambini della scuola primaria canteranno un inno scritto da autori bergamaschi e bresciani, dedicato a Bergamo Brescia Capitale Italiana sella Cultura. A Bergamo, l’inno della Capitale sarà eseguito in piazza Vittorio Veneto.

Nel pomeriggio, dalle ore 16, la manifestazione si sposterà nel centro storico per la grande Sfilata dei 4 cortei. Quattro cortei caratterizzati dai colori del logo di Bergamo Brescia – ciascuno composto da migliaia di persone – sfileranno da quattro punti cardinali della città per convergere in piazza Vittorio Veneto. I cortei popolari saranno inoltre accompagnati da ballerini e bande musicali e si chiuderanno, una volta riuniti in piazza, con l’esecuzione da parte dei musicisti dell’Inno d’Italia.

A seguire, le due manifestazioni di Bergamo e Brescia divergeranno, per declinarsi in modo specifico per ciascuna città.

Il Teatro Romano di Brescia
Il Teatro Romano di Brescia

A Brescia, celebrazioni di piazza

All’insegna della comunità e della collettività, la seconda parte della giornata a Brescia sarà un evento «corale» e di piazza, in tutti i sensi.

Dalle 17:00 alle 19:00 in Piazza della Loggia si terrà un Gala-Concerto con la partecipazione di alcuni tra i principali artisti della scena musicale bresciana. Con la conduzione di Ambra Angiolini, bresciana d’adozione, l’evento si svolgerà su un grande palco integrato scenograficamente alla “Loggia” che si affaccia sulla piazza.

Ad esibirsi ci saranno Fausto Leali, Francesco Renga, Mr.Rain Coma_Cose, Frah Quintale, Slick Steve and the Gangsters, Tommy Kuti e Voodoo Kid. Saranno presenti anche altri illustri cittadini bresciani, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura tra i quali gli influencer Mattia Stanga e Estetista Cinica, le bandiere del Brescia Calcio Andrea Caracciolo e Marco Zambelli, e Diego Spagnoli da sempre nel team di Vasco Rossi.

Il Galà si trasformerà poi in un vero e proprio Concertone che, a partire dalle ore 22, vedrà esibirsi sul palco di piazza della Loggia il meglio della scena musicale bresciana con Listrea, Superdownhome, Views, Gemini Blue, Le Endrigo, Barkee Bay, Miglio, Bruno Belissimo e con la prestigiosa presenza di Frah Quintale che chiuderà la serata.

La sera, a partire dalle ore 20, la festa insisterà anche su Piazza Vittoria, trasformata in un’installazione monumentale di immagini, luci e musica a tema acquarium multimediale e coronata da uno spettacolo di danze aeree, fuochi d’artificio e video proiezioni diffuse. L’installazione sarà fruibile anche domenica 22 gennaio. Lo spettacolo partirà dal palazzo di Piazza Vittoria messo gratuitamente a disposizione da Poste italiane.

 

A Bergamo, la celebrazione dei Mille

Ispirate all’esperienza dei Mille, le celebrazioni a Bergamo saranno uno show di linguaggi e ritmi diversi. Una narrazione sulla linea della collettività, dello spettacolo partecipato e fatto dai cittadini, dai Nuovi Mille.

Dalle 17, in piazza Vittorio Veneto, raggiunta dai cortei popolari, una breve coreografia danzata darà inizio allo spettacolo, che vedrà alternarsi dieci quadri caratterizzati da coreografie, musiche e animazioni grafiche. Ogni quadro vedrà protagonisti 100 personaggi – a titolo esemplificativo: i giovani, i lavoratori, visionari, gli amanti della natura, i portatori di pace – presentati come i “Nuovi Mille”, che costruiranno la Bergamo del futuro: innovativa, sostenibile e inclusiva. Ogni gruppo eseguirà una performance accompagnata da artisti professionisti, dando così luogo a una rappresentazione molto variegata.

A seguire, dalle 18.30, il vicino Piazzale Marconi sarà teatro di una spettacolare esibizione di acrobati vestiti di luce, video proiezioni e fuochi d’artificio, accompagnati da musica originale.

Bergamo, Santa Maria Maggiore
Bergamo, Santa Maria Maggiore

Terza giornata d'inaugurazione: 22 gennaio

La festa si sposterà nei luoghi della cultura: musei, biblioteche, spazi espositivi saranno aperti gratuitamente o con speciali riduzioni per accogliere visitatori e pubblico con tante iniziative dedicate a tutti. 

Il programma di Brescia

Anche i teatri della città saranno protagonisti della terza giornata. Il Teatro Telaio, dalle 10 alle 18 al Canossa Campus di via San Martino della Battaglia, propone uno spettacolo/installazione dal titolo “Arcipelago” dedicato alle famiglie. 

A2A e Centro Teatrale Bresciano propongono Torneremo ancora – concerto mistico per Battiato, il nuovo e straordinario progetto di Simone Cristicchi e Amara che sarà al Teatro Sociale domenica 22 gennaio alle ore 17.30. In base all’accordo tra A2A e Centro Teatrale Brescia, l’intero ricavato della serata verrà devoluto al Banco dell’energia, ente Filantropico costituito nel 2016 da A2A, che sostiene le persone in situazioni di vulnerabilità economica e sociale, con particolare attenzione alla povertà energetica.

Ispirato al repertorio mistico di Battiato, il concerto vede Simone Cristicchi e Amara – per la prima volta insieme sul palcoscenico – rendersi interpreti del messaggio spirituale che ha reso immortale l’opera del cantautore, artista unico, che ci ha lasciato un patrimonio inestimabile, in cui alla forma canzone si sposa una profonda tensione spirituale.

Dalle 18 alle 23, in piazza della Vittoria verrà riproposta in loop la videoinstallazione con tappeto sonoro creata da Groupe F. Alle 20 al Teatro Grande è affidata la chiusura della giornata e dell’inaugurazione della Capitale con il concerto dell’orchestra swing The Swingin’ Hermlins realizzato in collaborazione con 1000 Miglia.

Il programma di Bergamo

Inaugurazione diffusa per le vie di Città Alta e del centro città e decine di iniziative ed eventi per dare il via alla Capitale 2023, grazie all’apertura extra-ordinaria dei luoghi della cultura. 

I musei di Città Alta saranno aperti e a ingresso gratuito per tutta la giornata: il Museo delle Storie (il Campanone e il Museo del Cinquecento, il museo della fotografia, il museo Donizettiano, la Rocca), il Museo di Scienze Naturali Caffi, il Museo della Cattedrale saranno a porte aperte per tutta la giornata con attività pensate per le famiglie.

Il Museo delle storie propone una visita guidata alla mostra Vedere Venezia nel suo ultimo giorno di apertura: guida d’eccezione la direttora del Museo delle Storie Roberta Frigeni (Palazzo del Podestà, ore 16). Al Caffi gli adulti potranno seguire una visita guidata mentre i più piccoli, in contemporanea, saranno impegnati in un laboratorio (ore 15). Coloro che sceglieranno di visitare il museo Caffi potranno, inoltre, godere della vista di piazza Cittadella, finalmente liberata dalle auto dopo anni di utilizzo a parcheggio e con gli ingressi completamente restaurati. Presso il Museo e Tesoro della Cattedrale, i Ragazzi del progetto LE VIE DEL SACRO offriranno visite guidate gratuite ai visitatori (ore 11 e 16).

Non solo musei: all’ex monastero del Carmine sarà aperta tutto il giorno anche la pista di pattinaggio allestita all’interno del chiostro, con il TTB impegnato nell’accompagnare i pattinatori con piccoli eventi performativi nel pomeriggio intorno alle ore 15, alle 16.30 e alle 18.

Grazie al TTB e alla Cooperativa Città Alta, con all’iniziativa “Io Carmine, tu Agata”, sarà possibile inoltre riscoprire gli spazi ricchi di fascino dell’ex monastero del Carmine e dell’ex convento ed ex carcere di Sant’Agata. Questi ultimi sono protagonisti di questo percorso itinerante tra le stanze e gli spazi all’aperto dei due luoghi, con uno spettacolo per bambini e famiglie previsto alle ore 10 del mattino.

Alle ore 16 il Teatro Donizetti aprirà le proprie porte a bambini e famiglie e porterà in scena lo spettacolo Cappuccetto Rosso della Compagnia La Luna nel letto, un appuntamento pensato per i più piccoli. Lo spettacolo lancia il progetto Bergamo Brescia Family Friendly, ovvero una particolare attenzione della Capitale 2023 alla fruizione culturale delle famiglie e dei bambini che prevedrà per tutto l'anno e sulle due città, una densa offerta di eventi raccolti in un cartellone integrato dal suggestivo nome CHE SPETTACOLO il 2023! 

Alle 18 appuntamento in piazza della Libertà, per assistere all’accensione dell’installazione Lights ON, dei designer greci Objects of Common Interest, un intervento temporaneo orientato a interpretare il tema della capitale della cultura “La Città Illuminata”. Si trasformerà anche lo spazio antistante la sede di Confindustria Bergamo al Kilometro Rosso grazie al Pioppeto, progettato dallo studio di architettura Salottobuono, fondato

Stile, passione e divertimento uniscono la musica Swing e la 1000 Miglia. Un concerto raffinato e pieno di ritmo che, dagli anni ‘20 ad oggi, coinvolgerà il pubblico – grazie ad una delle più note orchestre swing internazionali – in una serata effervescente che sancirà ufficialmente lo start&go della Capitale Italiana della Cultura.

 

Suggerimenti