IL PREMIO

Brescia Bergamo capitali della Cultura, della bresciana Emma Castellani la miglior opera del concorso "Letto ad arte"

La studentessa dell'Accademia Santa Giulia prima nell'evento promosso da Cotonificio Zambaiti con le Accademie di Belle Arti di Brescia e Bergamo

La giuria composta dalla commissione dell’Accademia Carrara di Bergamo, dalla commissione dell’Accademia Santa Giulia di Brescia e dalla commissione di Cotonificio Zambaiti ha attribuito il premio di migliore opera in assoluto del concorso "Letto ad arte" alla realizzazione “140 bpm” di Emma Castellani, studentessa bresciana dell’Accademia Santa Giulia di Brescia, per l’attinenza al tema bacio che l'artista ha saputo dare con un’interpretazione originale, personale, accompagnata da una pregevole padronanza tecnica nell’esecuzione.

"Letto ad arte" è il concorso per celebrare Bergamo-Brescia capitale della cultura 2023, ma anche per inspirare l’industria.  Anche quest’anno il Cotonificio Zambaiti, con la seconda edizione, ha promosso il progetto in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Bergamo Giacomo Carrara e con quella di Brescia SantaGiulia.

Il bando di questa seconda edizione invitava i giovani artisti a realizzare opere d’arte – il tema è stato Baci Rubati - attraverso tutte le espressioni, dall’arte figurativa a quella multimediale, con dipinti, sculture, installazioni e video che potessero essere di ispirazioni per collezioni per la biancheria per la casa. 

Il giudizio unanime è stato raggiunto anche nell’attribuzione del secondo podio ad Aurora Villa dell’Accademia Carrara di Bergamo con l’opera “Corsa Campestre”. In questo caso, l’interpretazione del tema del bacio è stata colto in modo interessante nella lettura delle increspature delle labbra allo scoccare del bacio, denotando una spiccata abilità reinterpretativa che nell’opera assume una forma semplificata ma assolutamente riconoscibile.  

Ad entrambe le due giovane artiste è stato assegnato anche il premio per la migliore opera in concorso tra quelle presentate della propria Accademia. 

«Il progetto promosso da Cotonificio Zambaiti- spiega Lara Zambaiti, direttore Marketing di Cotonificio Zambaiti – è frutto della collaborazione tra le Accademie e l’imprenditoria per dare nuove opportunità ai giovani. E’ infatti nostro desiderio supportare i giovani artisti nella loro piena libertà espressiva e portare un pubblico giovane a confrontarsi e coltivare il proprio talento. Oltre al premio in denaro Cotonificio Zambaiti offre ai vincitori l’opportunità di svolgere in azienda uno stage che consenta loro di declinare le opere in articoli tessili di biancheria per la casa destinati al mercato»

Questi i nomi dei 12 finalisti che parteciperanno, nei primi mesi del 2023 in data ancora da definire, alle mostre espositive che si terranno a Bergamo e Brescia tra gli eventi che si terranno in occasione di Bergamo e Brescia Capitali della Cultura:

Aristo – Amore Cosmico
Andreis-Pistoni – Fluxus Flammae
Azzola – Briciole di pane
Castellani - 140 bpm
Ferrari – Le mie farfalle sono claustrofobiche
Fittipaldi – Baci e facce buffe
Foresti – Anime cucite
Lorenzi – Romeo & Juliet
Marchesi – Giusta distanza
Robustellini – Unmei no akai ito
Scarpi – L’ora dell’astrazione: il bacio
Villa – Corsa campestre