NATURA

C'è chi ha fretta di sbocciare nonostante tutto: anticipo di primavera a Mompiano

ANTICIPO DI PRIMAVERA SOPRA MOMPIANO - BRESCIA

All'arrivo ufficiale della primavera manca un mese. Ma nella valle di Mompiano, tra le opere di Arte Valle e la polveriera, una moltitudine di fiori è sbocciata per cacciare questo inverno difficile e contrastarlo con i colori: il giallo della primula, il bianco dei petali della famiglia del bucaneve, l'abbinata intensa tra il viola e l'arancio del crocus che spunta all'impazzata ovunque in questo periodo.
Ecco una fotogallery pensata soprattutto per chi in questo momento è obbligato tra quattro mura per i motivi più diversi e non può andare di persona a bussare alle mini porte delle fate, ai piedi degli alberi nella valle di Mompiano, o a salutare la pianta di kaki le cui origini sono da rintracciare nella terra martoriata di Nagasaki in Giappone, simbolo di sopravvivenza della natura ai disastri
Addentriamoci allora nel sentiero che costeggia l'ex polveriera tra la tartaruga di Stefano Bombardieri che porta i segni del tempo, i nidi d'arte tra i rami degli alberi, "Fuori posto nel bosco" come recita il titolo di un'altra opera, ricordandoci che "Se non conosci il nome, muore anche la conoscenza delle cose" come recita una delle targhe (in latino in questo caso) installate dai Gnari de Mompià che hanno ideato il percorso lungo la strada che prosegue verso il monte di città: il monte Maddalena. Hanno contribuito gli studenti delle accademie cittadine Laba e Santa Giulia, l'associazione «Il sasso nello stagno», gli ospiti dei centri di riabilitazione psichiatrica che frequentano la «Bottega dell'arte».

Sara Centenari