CHIOSTRO D’ESTATE PER LE FAMIGLIE

di Stefano Malosso
«Il mercante di Legnate» inaugura l’estate del Centro Teatrale Bresciano riservata ai più piccoli e alle loro famiglieLa storia di Arlecchino in uno spettacolo di burattini tradizionali con Paolo Rech e Nelso Salton
«Il mercante di Legnate» inaugura l’estate del Centro Teatrale Bresciano riservata ai più piccoli e alle loro famiglieLa storia di Arlecchino in uno spettacolo di burattini tradizionali con Paolo Rech e Nelso Salton
«Il mercante di Legnate» inaugura l’estate del Centro Teatrale Bresciano riservata ai più piccoli e alle loro famiglieLa storia di Arlecchino in uno spettacolo di burattini tradizionali con Paolo Rech e Nelso Salton
«Il mercante di Legnate» inaugura l’estate del Centro Teatrale Bresciano riservata ai più piccoli e alle loro famiglieLa storia di Arlecchino in uno spettacolo di burattini tradizionali con Paolo Rech e Nelso Salton

Sarà un’estate all’insegna del teatro quella proposta dal Centro Teatrale Bresciano, con 27 serate che da oggi al 13 luglio animeranno diversi luoghi della città, pensando al pubblico degli adulti ma anche ai più piccoli: un calendario che prevede un’offerta artistica che coinvolge alcuni dei più grandi interpreti del teatro, accanto a progetti originali e site specific. Si comincia al Chiostro Santa Chiara del Teatro Mina Mezzadri, luogo simbolo della storia teatrale della città, che ospiterà le serate dedicate ai bambini e alle famiglie. Nel cartellone intitolato appunto «Il Chiostro per le famiglie» il primo appuntamento è questa sera alle 20 con «Il mercante di Legnate», uno spettacolo di burattini tradizionali con Paolo Rech e Nelso Salton (l’età consigliata è dai 4 anni in su). Burattini tradizionali, musica e rumori: in questo contesto va in scena la storia di Arlecchino che sogna di evadere dalla sua condizione di indigenza sposando la figlia del re. Dovrà fare i conti con il padre dell’amata che vuole darla in sposa al classico uomo «bello, intelligente e ricco» e si mette così in affari, vendendo quello che ha sempre ricevuto: «sonore legnate!» Commerciante onesto, darà ad ognuno quello che gli spetta. Chiarissimo il messaggio: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te. L’estate del Ctb sarà ricca di proposte. Non soltanto serate dedicate ai bambini («Un sogno nel castello» sarà il 20 giugno). Sempre a Santa Chiara scatterà «D’estate al Chiostro»: il 28 e 29 giugno a calcare la scena sarà «Platero Y Yo» con Ugo Dighero e Christian Lavernier, mentre il 5 e 6 luglio sarà il turno di Elena Bucci con «Autobiografie di ignoti, ovvero Barnum» tra poesia e improvvisazione. Infine, il 12 e 13 luglio «La fabbrica dei preti», di e con Giuliana Musso. Con «Didone Adonàis Domine» Ctb e Fondazione Brescia Musei portano in scena in uno dei luoghi più suggestivi della Brescia antica il teatro di Emilio Isgrò, tra i più grandi protagonisti dell’arte contemporanea: il 22, 23, 24 giugno e l’1, 2, 3 luglio andrà in scena al Teatro Romano di via Musei lo spettacolo diretto da Giorgio Sangati con protagonista Sandra Toffolatti, un rievocazione del testo scritto in versi da Isgrò. Inoltre, dal 14 al 16 giugno, al Capitolium di via Musei, il Ctb propone «Apologia di Socrate», di Platone, con Luciano Bertoli, nella versione scenica di Carlo Rivolta e Nuvola de Capua. Infine, il progetto «La città dei miti» metterà a confronto i paradigmi della classicità con i modelli sociali dei giorni nostri: tutti i giorni dal 21 al 25 giugno e dal 28 giugno al 2 luglio al Bistrò Popolare di via Industriale ad andare in scena saranno «Eracle, l’invisibile» di Fabrizio Sinisi con Christian Di Domenico, «Medea in via Milano» di Gianpiero Alighiero Borgia con Elena Cotugno.•.