«Il richiamo degli alberi» è qui

Sono 25 gli artisti che brillano nella mostra alla Galleria dell’Incisione
Sono 25 gli artisti che brillano nella mostra alla Galleria dell’Incisione
Sono 25 gli artisti che brillano nella mostra alla Galleria dell’Incisione
Sono 25 gli artisti che brillano nella mostra alla Galleria dell’Incisione

Legami biologici, echi ancestrali, tracce bucoliche che parlano di natura e di vita, intrecciano origini ed esperienze. «Il richiamo degli alberi» non implica allora la determinazione pratica del concetto, semmai lo evoca e lo manifesta attraverso il linguaggio dell’arte più eclettica e multiforme, espressa in incisioni, disegni, fotografie, sculture e testimonianze confinanti rese da artisti storici e contemporanei (25 in totale) del calibro di Francesco Casorati, Karmen Corak, John Demos, Giuseppe Gallizioli, Giorgio Maria Griffa, Adolf Hirémy Hirschl, Michael Kenna, Max Klinger, Frantisek Kobliha… e l’elenco può continuare con Franco Matticchio, Philippe Mohlitz, Bruno Munari, Elena Nieves, Vladimir Pajevic, Remo Rachini, Diego Saiani, Pentti Sammallahti, Guido Scarabottolo, Livio Scarpella, Rudolf Schlichter, Fritz Schwimbeck, Ottavio Tomasini, Pia Valentinis, Velasco Vitali, Ivan e Luciano Zanoni. Tutto questo e molto altro nell’omonima mostra che inaugura oggi alle 17 alla Galleria dell’Incisione di via Bezzecca, in città, dove rimarrà allestita fino al 30 aprile: a vent'anni dalla rassegna «Alberi», sondando la suggestione che gli alberi esercitano sull'espressione artistica, la celebrazione del mondo vegetale e dei suoi grandi protagonisti vuole anche richiamare l'attenzione sulla crescente sensibilità ambientale e rendere omaggio all'inserimento della tutela dell'ambiente e della biodiversità tra i principi fondamentali della nostra Costituzione (febbraio 2022). Durante il corso della mostra (organizzata in collaborazione con la Galleria del Cembalo di Roma e la Galleria Torbandena di Trieste; visitabile dalle 17 alle 20, tutti i giorni tranne il lunedì) saranno previste attività parallele che coinvolgeranno adulti e bambini.•. E.Zup.