«In Essere», si chiude un viaggio speciale

di Michele Laffranchi
Alcune delle opere  in mostra all’interno del bar Borgomella di Manerbio
Alcune delle opere in mostra all’interno del bar Borgomella di Manerbio
Alcune delle opere  in mostra all’interno del bar Borgomella di Manerbio
Alcune delle opere in mostra all’interno del bar Borgomella di Manerbio

Scende il sipario su «In Essere», ma scrosciano gli applausi. Terminata la mostra che ha portato l’arte fuori dalla «comfort zone» del museo. E lo ha fatto per un anno intero: coordinato da Luciano Baiguera, il progetto ha coinvolto numerosi artisti di Manerbio (e non), che hanno esposto a rotazione le loro opere all’interno del bar Borgomella: una modalità di esposizione e fruizione differente rispetto alle abitudini e agli standard del pubblico museale, con la voglia di portare nella quotidianità un po’ di spiritualità artistica. Brioche e cappuccino al mattino, l’aperitivo prima di pranzo e la birra dopo cena: di fronte agli avventori, sulle pareti del Borgomella, le installazioni artistiche. Per fuggire qualche minuto dai ritmi frenetici della modernità e dedicare il giusto spazio alla contemplazione e alla riflessione: il progetto ha colpito nel segno e l’apprezzamento per l’idea di Baiguera è stato notevole. Durante l’anno di vita (l’inaugurazione nel novembre 2021), si sono susseguite collettive e mostre personali, seguendo temi e stili diversissimi: dalla fotografia all’acquerello, seguendo il filo conduttore alla base del progetto. La volontà di offrire un’arte a misura del cliente del bar, in un contesto più prosaico ma egualmente adatto alla fruizione dell’opera. Proprio il curatore è stato l’ultimo a esporre in queste settimane: nato a Manerbio nel ‘63, Baiguera ha potuto fondere nella rassegna personale le due grandi passioni della sua vita. La spiritualità e l’arte: «Ecce homini et ancilla dominae», questo il titolo dell'ultima mostra, nella quale ha esposto le sue fatiche, curate come d’abitudine nella dovizia del particolare e reinterpretate rispetto all’approccio classico della disciplina iconografica (di cui è maestro). Con i lavori di Baiguera si chiude il percorso annuale di «In Essere», patrocinato in questi mesi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Manerbio e dalla Cooperativa Solidarietà Manerbiese. Visti l’apprezzamento generale e i tanti riscontri positivi, potrebbe essere solo un arrivederci. •.