L’economista bresciana e il «peso» dei maschi

di Magda Biglia
Ginevra Bersani Franceschetti
Ginevra Bersani Franceschetti
Ginevra Bersani Franceschetti
Ginevra Bersani Franceschetti

Il prezzo umano della violenza è incommensurabile. Ma il costo sociale ed economico si può quantificare e dovrebbe fare da consapevole base di lancio per le politiche di contrasto. «Occorre essere scientifici. Bisogna, però, partire da una considerazione: l’83 per cento dei reati gravi è opera maschile, il 92%degli omicidi e l’83 degli infortuni stradali; l’87% degli imputati per rissa è fatto di uomini, così il 76 di quelli imputati per furto, il 90% degli usurai e il 93 degli spacciatori» dice Ginevra Bersani Franceschetti, ventiseienne economista bresciana che vive a Parigi, dove ha studiato e lavora. «Una città in cui sono abituati, sin dalla scuola, ad andare più a fondo che in Italia su certi argomenti e ricerche» afferma l’esperta che ha presentato a Brescia il libro «Il costo della virilità - Quello che l’Italia risparmierebbe se gli uomini si comportassero come le donne» (Pensiero Scientifico editore), con la vicesindaco Laura Castelletti, la presidente di Fbm Francesca Bazoli, il docente universitario Alberto Albertini. Libro forte e provocatorio, scritto con Lucile Peytavin ricercatrice francese, specializzata in storia del lavoro femminile, che si è occupata della situazione in Francia. Lo studio «su dati ufficiali, difficili da reperire, scarsamente elaborati e frammentati», ha portato la femminista scientifica italiana a calcolare per i dati citati un costo diretto per lo Stato di 100 miliardi l’anno, il 5% del Pil 2019 o il 40% del gettito fiscale, più il costo indiretto delle sofferenze e della perdita di ricchezza del Paese. L’analisi non si ferma ai numeri e affronta il perché della ferocia di genere, arrivando tramite oltre 300 fonti a dichiarare che non vi è nulla di biologico ma che il genere viene prima delle differenze di età o etniche. «Il problema è culturale e lì occorre agire, da lì occorre partire per arginare una piaga che danneggia l’intera società. Ogni italiano spende 1700 euro annui per questo» sottolinea Bersani Franceschetti, già volata a Parigi, ennesimo cervello espatGinevra riato. «Torno appena posso, ma la mia vita sarà là dove lavoro e dove fare ricerca è più facile, dove esiste la cultura del dibattito che non vuol dire spararla grossa ma scavare con competenza per capire». Ha studiato Oltralpe sin dalla metà del liceo, proseguendo il percorso in Francia e in America. Ha rappresentato l’Italia al G(irls)20 nel 2019, è stata co-presidente di Politiqu’elles, associazione per la promozione delle donne, cofondatrice dell’associazione «Genre et statistique». •.