OTTANTA VOLTE MACCA FOREVER

di Claudio Andrizzi
Oramai nel mito, la figura di McCartney è una luce per chi ama la musica1 giugno 1967: in vetta con i Beatles, nella stagione d’oro del pop
Oramai nel mito, la figura di McCartney è una luce per chi ama la musica1 giugno 1967: in vetta con i Beatles, nella stagione d’oro del pop
Oramai nel mito, la figura di McCartney è una luce per chi ama la musica1 giugno 1967: in vetta con i Beatles, nella stagione d’oro del pop
Oramai nel mito, la figura di McCartney è una luce per chi ama la musica1 giugno 1967: in vetta con i Beatles, nella stagione d’oro del pop

It was 80 years ago today: parafrasando il primo celebre verso di «Sg’t Pepper’s Lonely Hearts Club Band», i Beatlesiani Associati si preparano a gridare «Happy Birthday Sir Paul» con una grande serata in programma al Beatles Museum domani, 18 giugno, giorno dell’ottantesimo compleanno di Paul McCartney. Appuntamento alle 21.15 nella sede dell’Antica Birreria Wuhrer, in viale Bornata, per la presentazione in anteprima de «La grande storia di Paul McCartney», splendido libro pubblicato in questi giorni da Hoepli con il patrocinio e la collaborazione dei Beatlesiani Associati d’Italia ed in particolar modo del presidente Rolando Giambelli, autore di numerose fotografie presenti nel volume. Che, per l’occasione, ha organizzato un vero e proprio talk show al quale parteciperà insieme ai tre autori Carmine Aymone, Michelangelo Iossa e Riccardo Russino, oltre al curatore della collana rock Hoepli Ezio Guaitamacchi. Sarà l’occasione per sfogliare le pagine di una pubblicazione che racconta vita e carriera del grande Macca, dalla gavetta delle notti ad Amburgo fino alla Beatlemania, dalla fondazione dei Wings ad una straordinaria carriera solista che continua all’insegna di costanti sfide creative, oltre che di nuovi, straordinari picchi artistici come testimoniato dall’ultimo album, lo splendido «McCartney III» uscito a dicembre 2020. Ne esce il ritratto di una leggenda vivente, che ha saputo sopravvivere al meglio alla fine dei Beatles pubblicando costantemente nuova musica, canzoni entrate nella storia, sperimentando in ambiti come la musica elettronica, ambient, classica, le canzoni per l’infanzia e molto altro ancora, collaborando con chiunque, da Michael Jackson a Stevie Wonder, da Jeff Lynne a Elvis Costello, da Dave Grohl a David Gilmour. A seguire, musica dal vivo con Federico Sacchetti, vecchia conoscenza del panorama musicale bresciano, ma solo da poco arrivato al suo debutto discografico come cantautore: un polistrumentista e cantante dichiaratamente «Mccartneyano» che proporrà alcuni dei brani immortali del repertorio solista del grande songwriter britannico. Sarà un omaggio più orientato ai Beatles il breve set dei Beat Brothers, ovvero Mauro Volonterio e lo stesso Giambelli, che insieme suonarono anche al Cavern di Liverpool, dove la storia dei Fab Four ebbe inizio. Tanti i personaggi invitati ad intervenire alla serata, molti dei quali parteciperanno a sorpresa anche da remoto: sono attesi contributi di Red Canzian, Gianni Minà, Alberto Fortis, Fausto Leali, Ricky Gianco, Augusto Righetti, Roberto Cacciapaglia... Nel Museum sarà anche allestita una mostra delle fotografie pubblicate nel libro della Hoepli scattate a Macca da Rolando Giambelli in occasione dei vari tour italiani organizzati dall’agenzia che fa capo al promoter bresciano Adolfo Galli oltre che a Mimmo D’Alessandro. L’ingresso è libero.•.