None

Un anno di crescita bene utile e fatturato


 Giorgio Buzzi
Giorgio Buzzi

 Giorgio Buzzi
Giorgio Buzzi

Un 2008 positivo grazie ad un primo semestre di crescita e ad una seconda parte orientata a limitare i danni. è il risultato del gruppo Lucefin di Esine.
GRAZIE alla crescita dei primi sei mesi ed ai positivi risultati del settore logistico il 2008 ha registrato un incremento dell'utile netto pari a 15,2 milioni di euro (13,4 milioni di euro nel 2007) dopo imposte per 4,5 milioni di euro e ammortamenti per 5,7 milioni di euro. Il margine operativo lordo è stato pari a 23,4 milioni in calo rispetto ai 26,218 milioni di euro dell'anno precedente, con un fatturato consolidato pari a 224,8 milioni di euro (202,5 mln nel 2007). Il 40% del fatturato è costituito da vendite all'estero in circa 40 paesi. Il cash flow è stato di 20,8 milioni di euro contro i 20,4 mln precedenti. Il capitale investito netto è pari a circa 246,1 milioni di euro costiutito per 145,6 milioni di euro da investimenti in immobilizzazioni (fabbricati industriali e impianti produttivi) e per 105,3 milioni di euro da capitale circolante netto. Dal punto di vista delle fonti di finanziamento la struttura finanziaria si presenta equilibrata con mezzi propri, costituiti dal patrimonio netto (96,9 milioni di euro) e dalle obbligazioni sottoscritte dai soci (17,4 milioni di euro) pari complessivamente a 114,3 milioni di euro e posizione finanziaria netto pari a 131,8 milioni di euro.
SI È REALIZZATO compiutamente il piano di investimenti annunciato per 17 milioni di euro totali dedicato per 6,372 milioni di euro alla parte produttiva e per 9,104 milioni di euro alla commerciale. Le operazioni più importanti hanno riguardato l'acquisizione della divisione Euras della Lucchini sidermeccanica (per ampliare la gamma di prodotti distribuiti), il completamento degli impianti produttivi di Trafilczech in Repubblica Ceka, le acquisizioni della Matter (specializzata in fornitura e progettaione, costruzione e installazione di impianti automatizzati per lo stoccaggio di merci industriali) e della Prae (che fornisce software industriale destinato all'automazione dei magazzini). Infine è stato ceduto il restante 50% di Mdb srl al partner Rail Cargo Austria, mantenendo il ruolo di proprietario dell'infastruttura logistica e di project management di piattaforme logistiche.