None

Il Sentiero della Croce restaurato con amore per il Santo «Decennale»

Alpini e altri volontarial lavoro
Alpini e altri volontarial lavoro
Alpini e altri volontarial lavoro
Alpini e altri volontarial lavoro

A Barghe quest'anno c'è stato come sempre tanto lavoro, tanto amore per il territorio a preparare le «Decennali della Croce», la festività dedicata al simbolo sacro posizionato nel 1933 sui monti attorno al paese, a 502 metri d'altitudine, in occasione dell'Anno Santo straordinario indetto da Papa Pio XI per celebrare il centenario della Crocifissione di Cristo. A QUEL TEMPO i cittadini di Barghe, per iniziativa del parroco Don Pasquale Nabacino, eressero una croce sul monte che doveva essere visibile da tutto il paese, e che proteggesse idealmente gli abitanti. Recita la lapide del basamento:«Barghe a Cristo Redentore nell'Anno Santo nel 19esimo centenario della Redenzione, 3 settembre 1933». Da allora ogni 10 anni il paese vive un forte momento devozionale nei confronti di questa Croce. Ed ancor oggi chi entra in Barghe la scorge lassù, bianca e splendente sullo sfondo verde della montagna. E quest'anno 2013 alle Decennali, iniziate ieri e in «cartellone» con nuove iniziative al 15 settembre, ha fatto da prologo il gran lavoro svolto nei mesi di giugno e luglio dagli Alpini del gruppo Ana di Barghe e da una squadra di volontari con a capo Augusto Ceresa. INSIEME hanno ridisegnato il sentiero che da Cima Barghe porta fin su alla Croce in una radura dalla quale si ha una panoramica completa della conca dov'è situato il paese. I volontari hanno ripercorso in sostanza la strada che già 80 anni fa i loro nonni tracciarono, e che ancora oggi conduce tutti, fedeli e semplici escursionisti, fin lassù alla Croce. Infatti, s'è così rimesso in forma smagliante l'impervio sentiero che permette di raggiungere la Croce solo a piedi, faticando non poco nel portar lassù i materiali necessari alla messa in sicurezza del percorso attraverso la sistemazione di traversi in legno nei punti più ripidi costruendo, in totale, oltre 200 tra gradini e gradoni. È stata poi posta lì una nuova lapide, che ricorda l'anno in cui è stata eretta la Croce, il 1933. In tutto, da piazza Martiri della Libertà alla Croce, anch'essa ridipinta da poco, saranno circa 1.500 metri. Sul tracciato sono presenti le 14 croci della Via Crucis che ripercorre il duro cammino di Gesù sul Calvario con sulle spalle la pesantissima croce. È del 31 agosto scorso l'inaugurazione ufficiale del Sentiero della Croce: «È stata l'occasione per ripercorrere i passi di Gesù, quelli devozionali dei nostri nonni e quelli, ora, dei volontari che hanno reso bello il sentiero». M.PAS. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Suggerimenti