Immobile, sentivo lacrime brucianti

11 settembre 2001. Ero al telefono con un'amica. il televisore acceso, bloccato e " muto" passava immagini terrificanti e impulsivamente ho spento il televisore.
In quel preciso istante l'amica urla "NO, NO " e mi passa la tragica notizia. Riaccendo, guardo, ascolto le voci concitate e rimango bloccata, sgomenta, immobile. Classe 1927 ho trascorso i miei verdi anni 1940/1945 in piena guerra, bombardamenti e deportazioni,  guerra civile, avrebbero dovuto temprare la mia sensibilità, ma non é così. Immobile sentivo lacrime brucianti rigare il mio volto mentre le mani si univano nel gesto angosciato della preghiera. Il resto è noto.Indelebile.
Renata Mucci

Suggerimenti