Addio all'ecomostro Toscolano insegna

La Leonessa
La Leonessa

A Toscolano lo chiamavano tutti l’ecomostro, sia per la bruttura ambientale del fabbricato sia per la storia tormentata di questo baraccone primi anni duemila, figlio di progetti prima esagerati e poi ridimensionati, di veti della Soprintendenza e di parti incompiute, di un gusto estetico primitivo e indifferente. Adesso nel piazzale ci sono le ruspe: lo demoliranno. Al suo posto faranno un edificio un po’ più piccolo, molto meno orripilante. Non è come il più famoso Fuenti, che fu il primo edificio d’Italia a meritarsi l’appellativo di ecomostro, poi demolito in forza dei pubblici poteri: qui a Toscolano c’è un’azienda che investe soldi ed è tutto più facile. Ma a futura memoria per tutti gli ecomostri del Garda: demolirli, volendo, si può.

Suggerimenti