LA LEONESSA

Desenzano non è più un paese per campioni

A Desenzano si vive benone ma accadono anche cose strane. Perfino che la locale società di atletica fatichi a trovare gli spazi per far svolgere l’attività ai suoi 130 ragazzi iscritti. Le palestre sono occupate dalle scuole e la pista dello stadio Tre Stelle è inutilizzabile per motivi burocratici. Sembra incredibile ma tutto questo succede nella città dello sprinter più forte del mondo, Marcell Jacobs. Così i bambini della Pro Desenzano Atletica, giovedì, hanno scelto il modo più gioioso per far sentire la loro voce: una festa all’aperto e l’invasione pacifica del Tre Stelle a loro vietato con una simbolica gara sui 10 metri. Rimane il paradosso. E in queste condizioni è difficile che Desenzano rinverdisca presto la sua fama di città dei campioni.