Marone, non date retta al navigatore

La Leonessa
La Leonessa
La Leonessa
La Leonessa

Il navigatore satellitare è uno strumento utile, ma se non dispone delle informazioni adeguate e tempestive rischia di causare danni e disagi. Ne sanno qualcosa a Ponzano di Marone dove spesso e volentieri camion pesanti s’infilano nella strettoia del borgo storico e non ne escono più, costringendo i soccorsi a faticose liberazioni ed al traffico dei residenti attese fastidiose. A consigliare ai Tir quel percorso in uscita dalla Sp 510 per raggiungere gli insediamenti industriali della zona è appunto il navigatore satellitare, per lui la rotta più corta. Nessuno però gli ha spiegato che a Ponzano la carreggiata è troppo stretta per il transito di quei bisonti; e così, puntualmente, si assiste prima alle faticose manovre del malcapitato autista speranzoso di farcela, poi la resa e l’intervento di qualcuno capace di sbloccare il camion. Il Comune corre ai ripari. Confidare in una correzione delle mappe elettroniche è inutile; si rimedierà con un intervento viabilistico che nella sostanza impedirà ai veicoli più grandi e a rischio di infilare la strada per Ponzano. Alla fine, a loro è andata meno peggio dei colleghi che più a nord, in Valle Camonica, hanno sperimentato le dritte del navigatore di percorrere Gavia e Mortirolo, nonostante passi chiusi e coperti di neve.