Quando la trasferta diventa un'odissea

Si fa presto a dire trasferta. Due ore di macchina per arrivare nel Piacentino; tre per una gara esterna nel profondo Veneto. Ma provate voi a sorbirvi una giornata come quella che il maltempo capriccioso ha riservato ieri alla Virtus Lumezzane, squadra che gioca nel campionato di basket di Serie B. Destinazione originale: Reggio Calabria per la sfida con la mitica Viola. Tuoni e fulmini, turbolenze e virata verso Brindisi. Che non è proprio dietro l’angolo rispetto alla punta dello Stivale. Che fare? Cinque automobili a noleggio e poi via verso il palazzetto, che sarebbe a dire 454 km on the road per un equivalente di altre 6 ore al volante dopo il volo. Mica male davvero come sfacchinata. E il bello è che Lume se l’è pure giocata fino alla fine. Chapeau.