Per la Fiera di S. Giuseppe assegnato il Premio al merito alla ditta Ferrari


 La premiazione di Guido e Gianni Ferrari con la mamma Giulietta e i figli a Gambara
La premiazione di Guido e Gianni Ferrari con la mamma Giulietta e i figli a Gambara

 La premiazione di Guido e Gianni Ferrari con la mamma Giulietta e i figli a Gambara
La premiazione di Guido e Gianni Ferrari con la mamma Giulietta e i figli a Gambara

In occasione della 71° Fiera di S. Giuseppe a Gambara, poco prima del convegno sulle energie alternative, l'assessore al bilancio e alle attività produttive Cristian Benedetti e il sindaco Tiziana Panigara, assieme ai numerosi ospiti (l'on. Stefano Saglia, Francesco Bettoni, Stefano Dotti, Ettore Prandini e Alessandro Baronchelli) hanno consegnato il «Premio al Merito» ad una storica ditta del tessuto produttivo locale. Il riconoscimento è stato assegnato quest'anno alla ditta Ferrari Pietro Snc di Ferrari Guido e Giovanni, la cui origine risale al 1861 (che coincide, ha osservato l'assessore Benedetti, con l'Unità d'Italia) quando in «Piasò Nòa» operava la ditta Pì Frer, fabbro che si occupava della ferratura del bestiame. Da allora sono passate 5 generazioni che hanno mantenuto l'attività legata alla lavorazione del ferro, condotta poi da Guido Frer, dai figli Perì e Nani e, dopo la scomparsa di quest'ultimo morto in Russia nella II Guerra mondiale, dal figlio Carlì. L'attività è stata poi spostata nell'attuale sede di via delle Riviere per nuove esigenze di spazio, dove ha proseguito l'attività Pietro Ferrari (detto Pierì Frer) che ha ammodernato l'attività, influenzata dall'espansione edilizia. Anche la moglie Giulietta affiancava il marito nella gestione dell'azienda che in quegli anni dava lavoro a 18 dipendenti. Attualmente l'attività è gestita dai figli di Pietro, Guido e Gianni, e si è specializzata nella costruzione di manufatti per la carpenteria metallica, dalle grosse gru a particolari attrezzature che operano sul fondo marino. Motivo di grande soddisfazione per gli attuali titolari l'inserimento di Maurizio e Stefano, figli di Guido, i futuri responsabili che garantiranno la continuità di questa storica azienda gambarese. G.B.M.

Suggerimenti