Bollani e Valdés Magico tandem fra musica e ricerca

Stefano Bollani e Chucho Valdés: due artisti, due pianoforti che si «affrontano» alle ore 21 al Teatro Grande per la serata dedicata da Airc al sostegno dei suoi 5.000 ricercatori. L’attesissimo appuntamento musicale vedrà la fantasia di Stefano Bollani confrontarsi con i ritmi latini di Chucho Valdés, mescolati in uno spettacolo musicale di grande impatto e che vuol essere un vero e proprio tuffo nella musica senza nessun limite e distinzione, andando dalle improvvisazioni alle reinvenzioni su grandi classici della musica, in un grande viaggio che spazierà tra vari stili, da Cuba all’Italia. La collaborazione fra i due artisti è nata quasi casualmente. Certo, si conoscevano da tempo, ma «fatale» è stato il loro incontro nella trasmissione televisiva «L’importante è avere un piano». Da lì è nata la decisione di fare un tour insieme mettendo a confronto due pianoforti ma anche due diversi linguaggi, sorretti però entrambi da un comune e stupefacente virtuosismo: il campo della loro azione è quasi illimitato e va dai classici della tradizione latina e cubana agli standard jazz, esprimendo sempre la gioia di suonare insieme. IL LORO primo concerto insieme si è realizzato lo scorso anno al Gran Teatro de L’Avana «Alicia Alonso», e in una giornata del tutto particolare: era il 21 giugno e nel solstizio d’estate tutto il mondo celebrava la ricorrenza della Festa della Musica. Chucho Valdés è non solo pianista ma anche compositore e arrangiatore e sicuramente è la figura attualmente più influente nel jazz afro-cubano. Ha vinto ben sei Grammy e tre Latin Grammy. «Ho avuto l’idea di prendere elementi differenti, mischiarli e vedere cosa succedeva fin da quando ero uno studente. E poco a poco, con il tempo, ho trovato la mia maniera». Stefano Bollani s’identifica allo stesso tempo con jazz americano, musica europea e tradizioni popolari esprimendo sempre la sua impronta personale su tutto ciò che interpreta. I biglietti per il concerto di Bollani e Valdés per Fondazione Airc sono disponibili a partire da 25 euro su vivaticket.it, info a 02 7797203 e com.lombardia@airc.it. Banco Bpm è partner istituzionale di Airc e sostiene questo appuntamento per favorire la divulgazione scientifica e il coinvolgimento del pubblico al sostegno della ricerca sul cancro. IL COMITATO Lombardia Fondazione Airc per la ricerca sul cancro è presieduto da Bona Borromeo ed è attivo dal 1985 con l’obiettivo di promuovere ogni anno un ricco programma di appuntamenti, d’informazione e raccolta fondi che si affiancano alle campagne nazionali di Airc. Grazie all’impegno del Comitato, dei volontari e dei sostenitori, nel 2019 sono stati deliberati oltre 36 milioni di euro per il finanziamento di 220 progetti di ricerca e più di 14 milioni di euro per Ifom, l’Istituto Firc di Oncologia Molecolare di Milano. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luigi Fertonani