Un pomeriggio parigino con Monk e il suo genio

Rewind & Play
Alain Gomis, 2022
Rewind & Play Alain Gomis, 2022
Rewind & Play
Alain Gomis, 2022
Rewind & Play Alain Gomis, 2022

Dicembre 1969. Thelonious Monk atterra a Parigi per l’ultima data di un lungo tour europeo, con il quartetto completato dal fedelissimo Charlie Rouse (sax tenore) e dai giovanissimi Nate Hygelund (contrabbasso) e Austin Wright (batteria) atteso per la serata del 15 sul palco della Salle Pleyel (lo stesso che l’aveva accolto per la prima volta in Francia nel 1954, tra mugugni e sguardi di traverso di un pubblico europeo non ancora pronto per il verbo del profeta). Prima dell’esibizione però (pubblicata per intero nel 2013 dalla Blue Note) è previsto un passaggio negli studi della ORTF, la televisione di Stato, con il pianista Henri Renaud chiamato a condurre una puntata speciale del programma «Jazz Portrait». Una sorta di intervista-concerto che ben presto si trasforma in una crudele tortura. L’accesso a tutto il materiale registrato all’epoca offre infatti al regista Alain Gomis la possibilità di ricostruire la cronologia di un pomeriggio da incubo per un già sofferente Thelonious. Un’ora di straziante disagio, rischiarata a giorno dalle meraviglie che Monk distilla dalla tastiera. In streaming gratuito su Arte.tv. LU.CA.