Da Cannes a Venezia il cinema si mobilita per Ma Aeint

La regista e produttrice arrestata in Myanmar il 5 giugno
(ANSA) - ROMA, 10 GIU - L'International Coalition for Filmmakers at Risk (ICFR) e i suoi promotori, la European Film Academy, l'International Documentary Film Festival Amsterdam e il Rotterdam International Film Festival (IFFR), insieme a tanti altri, dal Festival di Cannes a Venezia, da Berlino a Locarno, lanciano un appello per la regista Ma Aeint, arrestata il 5 giugno e detenuta "in un luogo segreto" in Myanmar, senza nessuna spiegazione ufficiale e ne chiedono il rilascio immediata . "Invitiamo le istituzioni cinematografiche e culturali di tutto il mondo a unirsi a noi nell'appello affinché le autorità di Myanmar rilascino la regista immediatamente e senza condizioni. Se ci sono accuse contro di lei, che siano chiarite, e che la sua sicurezza sia come prima cosa garantita". Regista e produttrice (Money Has Four Legs) di cinema indipendente nello Myanmar, molto conosciuta in Asia e nei circuiti internazionali, Ma Aeint è stata arrestata a Yangon. Da allora nessuno ha avuto più sue notizie, nemmeno ai familiari ai quali sarebbe stato detto che la regista sarebbe stata portata in un luogo segreto per essere interrogata. Una sua sorella che vive negli Stati Uniti, Su Wai, ha detto a Variety che a prelevare la regista non sarebbe stata la polizia: "Hanno parlato di 'militari' anche se nessuno si è ufficialmente qualificato". (ANSA).
LB

Suggerimenti