Gagsters, una serenata rap all’insegna della leggerezza

Alberto Valtulini e Ruben Sarafian: il ritorno dei Gagsters
Alberto Valtulini e Ruben Sarafian: il ritorno dei Gagsters

Una serenata rap «made in Bs» per cantare l’amore ai tempi del Covid: c’è tanta voglia di leggerezza in «Minore di 3», nuovo singolo dei Gagsters, duo bresciano fondato sette anni fa per iniziativa del rapper Sagi (vero nome Ruben Sarafian, anche autore dei testi) e del producer e beatmaker Chooby (Alberto Valtulini). Nel 2014 il loro brano d’esordio «Voglia zero» si guadagnò un tweet d’approvazione di Claudio Cecchetto, del 2015 il loro album d’esordio «Gag Bang», due anni dopo la collaborazione con il rapper di Ghedi Lama in Zona Amica, in tempi più recenti il duetto con Elodea in un brano, «Mattino d’inverno», ispirato all’omonima poesia di Puskin. L’anno scorso nel pieno della prima ondata hanno pubblicato «We Are the Gag», per regalare alla città ferita un sorriso. Adesso arriva questa nuova track dall’animo smaccatamente pop che abbina sentimenti e autoironia. «In realtà si tratta di un brano che avevamo realizzato in passato, riprodotto fedelmente ma con una migliore qualità di suono al Cromo Studio di Brescia – racconta Chooby -. Uno dei motivi che ci ha spinto a rivederlo è stata la selezione della canzone per la colonna sonora del film “Libera”, ispirato dall’omonimo romanzo scritto da Gabriella Morgillo e in fase di produzione con la regia di Giuseppe Di Giorgio. Per noi è un po’ come l’inizio di una nuova fase, una ripartenza che oltre all’uscita del film anticipa numerose altre novità». Anche in questa occasione i Gagsters hanno voluto mantenersi fedeli al loro stile: leggero, scanzonato, divertente. «Vogliamo solo far conoscere il mondo che c'è nella nostra testa attraverso i suoni e le parole».•. C.A. © RIPRODUZIONE RISERVATA