«Open Up» chiude i battenti con Le Rinchiuse e Fine Vita

Con due nuovi appuntamenti chiude oggi «Open Up», il Festival della città aperta alle differenze sessuali. Al Caffè Letterario Primo Piano (via Beccaria), alle 17, è in programma lo spettacolo teatrale «Le rinchiuse» di Elide La Vecchia che racconta, attraverso un linguaggio poetica, le condizioni di lavoro e di vita delle cosiddette badanti, lavoratrici, spesso migranti, che 24 ore su 24 abitano con le persone anziane che accudiscono. Entrare nel loro mondo significa scoprire un’umanità che ci appartiene, dove dolore, odio, nostalgia, desiderio e paura affiorano costantemente sulla pelle. Sono in scena Mayil Georgi Nieto, Ileana Raimo e Kalua Rodriguez. ALLE 19, nella Sala Alberi del MoCa, è previsto un incontro su «Fine vita e testamento biologico» che si propone di avviare un dialogo ed un confronto, anche attraverso relatori che hanno posizioni diverse, sulla tematica, poco dibattuta, dell’autodeterminazione della persona. Entrambi gli eventi sono ad ingresso libero. •

F.D.L.