Pescetti
valorizzato
da Bottini

Per realizzare l’interessantissimo integrale delle musiche per tastiera di Giovanni Pescetti, Paolo Bottini sceglie due organi Nacchini a Venezia, quello di San Giorgio Maggiore e quello di San Cassiano per il secondo disco, oltre al clavicembalo dell’auditorium di Corte de’ Frati. Non convenzionale e decisamente felice la scelta dei registri che permette un particolare risalto dei temi di questo straordinario repertorio del compositore settecentesco, composto da Sonate che seguono per gran parte la forma tripartita con interessanti eccezioni. Un discorso che vale per la Sonata n. 2 in re maggiore, conclusa da una rapida Giga.

Interprete: Paolo Bottini

2 Cd Brilliant 95438