Verdone e gli
Stadio «attori»
per solidarietà

L’habitué e la new entry. Il regista e la band. Carlo Verdone e gli Stadio. «Brescia si Mobilita per Amatrice» sotto le insegne di Old Cinema, il 14 e il 15 ottobre: spettacolo e solidarietà a braccetto per raccogliere fondi da devolvere ai terremotati.

Il cineasta romano sarà affiancato dal gruppo che lo segue fin dai primi successi. Verdone e gli Stadio si accompagnano lungo un percorso virtuoso da abbondanti trent’anni. E se la band ha valorizzato i suoi film con colonne sonore ad hoc, il regista l’ha sponsorizzata nell’ultimo Festival di Sanremo. Che gli Stadio hanno vinto. Ci saranno tutti, il frontman Gaetano Curreri come Andrea Fornili (chitarra), Roberto Drovandi (basso), Fabrizio Foschini (piano) e Iarin Munari ( batteria). E suoneranno alla stazione San Faustino della metropolitana.

LA DUE-GIORNI entrerà nel vivo la sera di venerdì 14, alle 21, quando Verdone e gli Stadio incontreranno il pubblico al Cinema Prealpino. Seguirà la proiezione di «S is Stanley» di Alex Infascelli, aiuto regista di Stanley Kubrick. Visione a pagamento: l’incasso andrà alle zone terremotate. Sabato 15 sarà la giornata dedicata al viaggio. Nella tarda mattinata il regista e i musicisti saliranno su un autobus che li condurrà dal cuore della città fino alla fermata Prealpino. A bordo, con loro, studenti della Laba (Libera Accademia di Belle Arti di Brescia), che realizzeranno videoclip sperimentali, e cittadini che si sono distinti per interventi a sostegno di Amatrice e Accumoli.

Alla fermata Prealpino, Verdone e Curreri prenderanno il convoglio che li porterà alla stazione di San Faustino. Qui sarà «Musica per gli occhi»: un incontro sul ruolo delle colonne sonore nei film. Una jam session musicale concluderà l’incontro. La sera del 15, all’Hotel Vittoria, le luci si accenderanno sulla serata di gala e raccolta fondi con 100 invitati sponsorizzata dal Rotary Club Maclodio. L’evento sarà presentato dalla bresciana Adriana Lilli Franceschetti, già attrice protagonista del film di Verdone «Il bambino e il poliziotto».G.P.L.