Brescia, allarme a sinistra Clotet cerca il vice-Huard

di Alessandro Maffessoli
Il terzino sinistro Matthieu Huard, 24 anni: ha chiuso la sua prima stagione a Brescia da gregario di Pajac con 9 presenze complessive (6 in campionato e 3 nei play-off) con 353 minuti disputatiVincenzo Garofalo, classe 1999Nicolas Galazzi, classe 2000Massimiliano Mangraviti, 24 anni: 75 presenze e 3 gol in biancazzurro
Il terzino sinistro Matthieu Huard, 24 anni: ha chiuso la sua prima stagione a Brescia da gregario di Pajac con 9 presenze complessive (6 in campionato e 3 nei play-off) con 353 minuti disputatiVincenzo Garofalo, classe 1999Nicolas Galazzi, classe 2000Massimiliano Mangraviti, 24 anni: 75 presenze e 3 gol in biancazzurro
Il terzino sinistro Matthieu Huard, 24 anni: ha chiuso la sua prima stagione a Brescia da gregario di Pajac con 9 presenze complessive (6 in campionato e 3 nei play-off) con 353 minuti disputatiVincenzo Garofalo, classe 1999Nicolas Galazzi, classe 2000Massimiliano Mangraviti, 24 anni: 75 presenze e 3 gol in biancazzurro
Il terzino sinistro Matthieu Huard, 24 anni: ha chiuso la sua prima stagione a Brescia da gregario di Pajac con 9 presenze complessive (6 in campionato e 3 nei play-off) con 353 minuti disputatiVincenzo Garofalo, classe 1999Nicolas Galazzi, classe 2000Massimiliano Mangraviti, 24 anni: 75 presenze e 3 gol in biancazzurro

Matthieu Huard continua a lavorare a parte e difficilmente sarà a disposizione di Pep Clotet per la trasferta di Coppa Italia contro il Pisa. Un’assenza pesante in un ruolo delicato, perché il Brescia non ha tra le mani un terzino sinistro puro da schierare in sostituzione del francese, in rampa di lancio dopo la stagione vissuta da gregario a Marko Pajac. In attesa che il mercato possa regalare qualche ulteriore soluzione - presto potrebbe sbloccarsi la situazione legata a Federico Pace, classe ’99 in uscita dal Campobasso - Clotet non si è perso d’animo e ha lavorato con gli uomini a disposizione per cercare all’interno del gruppo l’alternativa giusta. Huard sta recuperando da un fastidioso infortunio che non gli ha ancora permesso di debuttare in questa stagione con i biancazzurri. Una maledizione se aggiungiamo il brutto scontro del quale era stato vittima l’esterno di Neuilly-sur-Seine in occasione della semifinale di andata dei play-off contro il Monza. In quel frangente, in seguito ad uno scontro con Joronen provocato dalla spinta di un avversario, aveva rimediato una commozione cerebrale. In occasione del match di ritorno aveva stretto i denti e giocato i primi 75 minuti. Ora, in attesa della consacrazione (per la quale, senza nulla togliere alla Coppa Italia, è forse meglio attendere il campionato), c’è da capire chi potrà sostituirlo. E, guardando all’attuale rosa, sono almeno tre le strade da poter percorrere. Clotet può scegliere tra Massimiliano Mangraviti, Vincenzo Garofalo e Nicolas Galazzi. Quella del bresciano potrebbe essere la soluzione più logica, essendo l’unico mancino e avendo una vocazione maggiormente difensiva rispetto agli altri compagni di squadra. In questo caso i biancazzurri potrebbero godere di una spinta maggiore sul lato opposto, a destra, grazie a Karacic. Inoltre Mangraviti ha già avuto modo di coprire il ruolo di terzino sinistro lo scorso anno, soprattutto nei minuti finali di alcune partite, e anche in occasione dell’ultima stagione disputata dal Brescia in A (2019/20). L’ex foggiano Garofalo è stato recentemente provato da Clotet come esterno basso, posizione mai ricoperta prima d’ora in carriera. In questo caso il Brescia potrebbe godere di una maggior fisicità. Più spinta e dinamismo invece con il «millennial» Galazzi, protagonista in questo ruolo nel finale della scorsa stagione con la Triestina di Cristian Bucchi (per lui anche due gol e un assist).•. © RIPRODUZIONE RISERVATA