Brescia, la punta è un
puntero. Dall’Argentina
ecco Rinaldi

Lautaro Rinaldi soddisfatto: dopo aver sperimentato il campionato greco, riparte dall’ItaliaDaniele Gastaldello e Tommaso Cancellotti si allenano con i colori biancazzurri Ma con il loro arrivo il mercato del Brescia non è ancora finito FOTOLIVE/Filippo Venezia
Lautaro Rinaldi soddisfatto: dopo aver sperimentato il campionato greco, riparte dall’ItaliaDaniele Gastaldello e Tommaso Cancellotti si allenano con i colori biancazzurri Ma con il loro arrivo il mercato del Brescia non è ancora finito FOTOLIVE/Filippo Venezia
Lautaro Rinaldi soddisfatto: dopo aver sperimentato il campionato greco, riparte dall’ItaliaDaniele Gastaldello e Tommaso Cancellotti si allenano con i colori biancazzurri Ma con il loro arrivo il mercato del Brescia non è ancora finito FOTOLIVE/Filippo Venezia
Lautaro Rinaldi soddisfatto: dopo aver sperimentato il campionato greco, riparte dall’ItaliaDaniele Gastaldello e Tommaso Cancellotti si allenano con i colori biancazzurri Ma con il loro arrivo il mercato del Brescia non è ancora finito FOTOLIVE/Filippo Venezia

Oggi, domani e giovedì. Tre giorni per il rush finale. Tre giorni prima delle 23 del 31 agosto, che sanciranno la chiusura della sessione estiva del calciomercato. Tre giorni intensi e che promettono sorprese. Ma non è che l’attesa sia stata noiosa e snervante. Ogni giorno al mosaico si aggiunge un tassello.

IL NUOVO Brescia targato Cellino prende forma in fretta. Il presidente, sempre indaffarato nelle trattative fra Inghilterra e Italia, di acquisti ne sta facendo parecchi. Dopo Daniele Gastaldello, Modibo Dembélé, Alessandro Longhi e Biagio Meccariello, ieri si è allenato con i nuovi compagni Tommaso Cancellotti. Due difensori, due esterni, un centrocampista: mica poteva bastare. E allora, ecco anche l’attaccante. Lautaro Rinaldi.

Il ritratto di questo argentino è qui a fianco, nella stessa pagina. Il suo arrivo si inquadra anche nell’impossibilità di arrivare al giovane talento italiano su cui investire cercato invano nei giorni scorsi. Patrick Cutrone non si muove dal Milan, ormai è titolare inamovibile a suon di gol; Andrea Pinamonti può restare all’Inter, se non passa - sempre in A - al Crotone, che segue pure il romanista Marco Tumminello.

Non finisce qui. In casa Brescia si lavora per rinforzare tutti i reparti. Il giocatore più vicino a rivestire la maglia biancazzurra è Alessandro Martinelli, atteso al rientro dalla Sampdoria. Mediano o mezz’ala all’occorrenza, impiegabile anche da centromediano. Conosce l’ambiente, ha giocato qui nelle ultime due stagioni. La sua volontà, fin dal principio del mercato, è sempre stata quella di tornare ad essere un giocatore del Brescia.

Intanto, un centrocampista e un laterale sono in uscita da Bari e possono accasarsi all’ombra del Cidneo: si tratta di Giovanni Di Noia, ex Ternana, classe ’94, e Mattia Cassani, ex Verona, Palermo, Fiorentina, Genoa e Sampdoria.

PER IL CENTROCAMPO, oltre ad Antonio Zito (Salernitana), si parla di Cazim Suljic, ’96 del Crotone. Per il ruolo di attaccante esterno, oltre a Carlos Embalo (Palermo), sono sul taccuino Antonio Piccolo (Spezia) e Juanito Gomez (Verona). Interpreti ideali per il 4-3-3, che in prospettiva potrebbe diventare il modulo bresciano.

Arriverà anche un portiere? Possibile, anzi probabile. Un elemento di esperienza, come Alberto Pelagotti. Questa mattina è in programma un colloquio decisivo fra l’entourage di Cellino e Marco Piccioli, il procuratore del giocatore empolese classe ’89. In caso di riuscita dell’operazione, assolutamente ipotizzabile, difficilmente resteranno sia Stefano Minelli che Riccardo Gagno.

Capitolo partenti. Se Giampiero Pinzi si sta guardando intorno in cerca di una sistemazione adeguata alla sua caratura, Jacopo Dall’Oglio può valutare come opzioni plausibili Perugia e Pisa. Se ne andranno in tanti. Di sicuro non partirà nessuno dei pezzi da novanta. Sia per Dimitri Bisoli che per Racine Coly sono state rifiutate offerte consistenti. Segno che il vento, dalle parti del Brescia, è davvero cambiato.

Gian Paolo Laffranchi

Suggerimenti