Nel 2000 al Granillo un bel 3-0 griffato dagli assist di Baggio

Il rigore di Roberto Baggio il 6 ottobre 2002 in Reggina-Brescia 2-2
Il rigore di Roberto Baggio il 6 ottobre 2002 in Reggina-Brescia 2-2
Il rigore di Roberto Baggio il 6 ottobre 2002 in Reggina-Brescia 2-2
Il rigore di Roberto Baggio il 6 ottobre 2002 in Reggina-Brescia 2-2

Delle 19 gare disputate a Reggio Calabria il Brescia ne ha vinte quattro. Il successo più rotondo (3-0) è datato 26 novembre 2000, ai tempi di Carletto Mazzone, in serie A. Protagonista Roby Baggio, autore dei tre assist decisivi: a Ciccio Marino, a Calori e Massimiliano Esposito, tutti andati in gol nella ripresa. A pochi minuti dal termine il pubblico, deluso, ha lanciato sul terreno seggiolini, bandiere e pietre, inducendo l’arbitro Collina a sospendere la partita. Il punteggio maturato sul campo, però, è stato confermato dal giudice sportivo. Il primo exploit risale al 15 ottobre ’89, in B. Rete di Eugenio Corini, espulso nella ripresa con l’attaccante reggino Paciocco. In campo, agli ordini di Franco Varrella, il portiere Zaninelli, il povero Bortolotti, Marco Rossi, Pedro Mariani, Aladino Valoti, Gabriele Savino, Nappi e Altobelli. Tra gli avversari: il portiere Rosin, che poi ha giocato nel Montichiari, il fluidificante Pergolizzi e il rifinitore Massimo Orlando. Il tris (3-1 il 5 dicembre 2004) è legato ai gol di Stankevicius, Martinez e Caracciolo. Nell’occasione il Brescia, guidato da Gianni De Biasi, ha festeggiato la 700ª partita nella massima serie, ma al termine della stagione è retrocesso in Serie B. L’ultimo successo (1-0 il 27 aprile 2013) lo ha firmato il difensore De Maio, francese. Tra i sette pareggi va ricorato l’1-1 dell'8 giugno '97 (rigore di Dionigi, poi diventato allenatore del Brescia, e risposta di Neri, sempre dal dischetto), il giorno della matematica certezza della promozione dei biancazzurri in A. Otto gli squilli della Reggina (sei con il minimo scarto, vale a dire 1-0 o 2-1). I punteggi più netti: il 3-0 del 7 ottobre '90, gol di Tedesco e doppietta di Simonini, il bomber della Franciacorta (è originario di Passiarano); e il 4-0 del 29 novembre 2009. Pronti, via, e l’arbitro Celi ha espulso Bega per un fallo su Bonazzoli. Così Pagano (doppietta), Cascione e Lanzaro sono andati a nozze. Ma alla fine il Brescia di Beppe Iachini conquistò la Serie A dopo i play-off. •. Se.Za. © RIPRODUZIONE RISERVATA