Pochi episodi degni di nota Neanche il Var evita la sconfitta

La battaglia vede i biancazzurri giocarsela alla pari con i nerazzurri, anche se con un atteggiamento più difensivo e prudente di quanto fosse lecito attendersi dalla capolista fra le mura amiche in un duello fra big del campionatoÈ Sibilli a entrare e risolvere  l’incontro con una conclusione di destro a giro davvero da manuale. Una prodezza che sblocca l’incontro e lancia i toscani verso un successo esterno dal peso notevole nei piani alti della classifica di Serie BL’arbitro Sozza indica il dischetto per un presunto contatto fra Cistana e l’ex Lucca, autore di una grande prova in quello che poteva essere il suo stadio. Il Brescia, già sotto di un gol, rischia di subire anche il secondo per la massima punizione decretataÈ il Var a cambiare le cose: il direttore di gara va a rivedere l’accaduto e le immagini non lasciano spazio a dubbi. Non è rigore. Scatta anche l’ammonizione per simulazione a carico del centravanti del Pisa ex Brescia
La battaglia vede i biancazzurri giocarsela alla pari con i nerazzurri, anche se con un atteggiamento più difensivo e prudente di quanto fosse lecito attendersi dalla capolista fra le mura amiche in un duello fra big del campionatoÈ Sibilli a entrare e risolvere l’incontro con una conclusione di destro a giro davvero da manuale. Una prodezza che sblocca l’incontro e lancia i toscani verso un successo esterno dal peso notevole nei piani alti della classifica di Serie BL’arbitro Sozza indica il dischetto per un presunto contatto fra Cistana e l’ex Lucca, autore di una grande prova in quello che poteva essere il suo stadio. Il Brescia, già sotto di un gol, rischia di subire anche il secondo per la massima punizione decretataÈ il Var a cambiare le cose: il direttore di gara va a rivedere l’accaduto e le immagini non lasciano spazio a dubbi. Non è rigore. Scatta anche l’ammonizione per simulazione a carico del centravanti del Pisa ex Brescia
La battaglia vede i biancazzurri giocarsela alla pari con i nerazzurri, anche se con un atteggiamento più difensivo e prudente di quanto fosse lecito attendersi dalla capolista fra le mura amiche in un duello fra big del campionatoÈ Sibilli a entrare e risolvere  l’incontro con una conclusione di destro a giro davvero da manuale. Una prodezza che sblocca l’incontro e lancia i toscani verso un successo esterno dal peso notevole nei piani alti della classifica di Serie BL’arbitro Sozza indica il dischetto per un presunto contatto fra Cistana e l’ex Lucca, autore di una grande prova in quello che poteva essere il suo stadio. Il Brescia, già sotto di un gol, rischia di subire anche il secondo per la massima punizione decretataÈ il Var a cambiare le cose: il direttore di gara va a rivedere l’accaduto e le immagini non lasciano spazio a dubbi. Non è rigore. Scatta anche l’ammonizione per simulazione a carico del centravanti del Pisa ex Brescia
La battaglia vede i biancazzurri giocarsela alla pari con i nerazzurri, anche se con un atteggiamento più difensivo e prudente di quanto fosse lecito attendersi dalla capolista fra le mura amiche in un duello fra big del campionatoÈ Sibilli a entrare e risolvere l’incontro con una conclusione di destro a giro davvero da manuale. Una prodezza che sblocca l’incontro e lancia i toscani verso un successo esterno dal peso notevole nei piani alti della classifica di Serie BL’arbitro Sozza indica il dischetto per un presunto contatto fra Cistana e l’ex Lucca, autore di una grande prova in quello che poteva essere il suo stadio. Il Brescia, già sotto di un gol, rischia di subire anche il secondo per la massima punizione decretataÈ il Var a cambiare le cose: il direttore di gara va a rivedere l’accaduto e le immagini non lasciano spazio a dubbi. Non è rigore. Scatta anche l’ammonizione per simulazione a carico del centravanti del Pisa ex Brescia

Il Brescia lotta alla pari con il Pisa, ma alla fine perde e il risultato rispecchia l’andamento di una gara in cui sono i toscani a giocare meglio e a rendersi più pericolosi. Decide una rete nella ripresa di Sibilli (appena entrato). Nel finale il rischio è anche di subire un rigore contro per fallo di Cistana su Lucca, ma il fallo non c’è e il Var è decisivo: l’arbitro Sozza cambia la sua decisione e ammonisce l’attaccante per simulazione.