Un ciclo terribile fra la fine del 2020 e l’inizio del 2021

SPAL-BRESCIA 2-3. Il 30 dicembre. La reazione c’è ed è a Ferrara, contro una big del campionato. Valoti, Jagiello, ancora Valoti e a 20’ dalla fine il Brescia è sotto. Poi  Donnarumma su rigore e Bjarnason calano gli assiBRESCIA-EMPOLI 1-3. Il 27 dicembre. Prima assenza di Sabelli, primo campanello d’allarme. Hass e La Mantia scavano un solco, Torregrossa accorcia su rigore, Mancuso chiude i conti nel finale. Il divario è nettoBRESCIA-VICENZA 0-3. Il 4 gennaio. È l’ultima partita di Torregrossa prima di volare in A alla corte della Sampdoria. Sabelli si fa male nel riscaldamento, Da Riva, Cappelletti e ancora Da Riva firmano il trisPISA-BRESCIA 1-0. Il 16 gennaio. Torregrossa non c’è più, Sabelli resta a casa. I biancazzurri partono bene ma non segnano,  Lisi invece sì. Seguiranno legni colpiti dai toscani e tanto fumo da parte bresciana
SPAL-BRESCIA 2-3. Il 30 dicembre. La reazione c’è ed è a Ferrara, contro una big del campionato. Valoti, Jagiello, ancora Valoti e a 20’ dalla fine il Brescia è sotto. Poi Donnarumma su rigore e Bjarnason calano gli assiBRESCIA-EMPOLI 1-3. Il 27 dicembre. Prima assenza di Sabelli, primo campanello d’allarme. Hass e La Mantia scavano un solco, Torregrossa accorcia su rigore, Mancuso chiude i conti nel finale. Il divario è nettoBRESCIA-VICENZA 0-3. Il 4 gennaio. È l’ultima partita di Torregrossa prima di volare in A alla corte della Sampdoria. Sabelli si fa male nel riscaldamento, Da Riva, Cappelletti e ancora Da Riva firmano il trisPISA-BRESCIA 1-0. Il 16 gennaio. Torregrossa non c’è più, Sabelli resta a casa. I biancazzurri partono bene ma non segnano, Lisi invece sì. Seguiranno legni colpiti dai toscani e tanto fumo da parte bresciana

Sconfitta, vittoria, sconfitta, sconfitta: il Brescia perde i pezzi (Ernesto Torregrossa ceduto, Stefano Sabelli ai margini) e terreno in classifica. Un calo vistoso nel rendimento che preoccupa e va subito arginato.