Città di Brescia, il triathlon dà spettacolo

Il Parco delle Cave farà da sfondo alla quarta edizione della corsa sprint
Il Parco delle Cave farà da sfondo alla quarta edizione della corsa sprint
Il Parco delle Cave farà da sfondo alla quarta edizione della corsa sprint
Il Parco delle Cave farà da sfondo alla quarta edizione della corsa sprint

È la quarta edizione e promette di regalare ancora una volta il grande spettacolo della «triplice». Il Triathlon Sprint Città di Brescia, che mette in palio il trofeo Parco delle Cave, è infatti in rampa di lancio e ormai si contano le ore che mancano al via. La competizione va in scena domani mattina con partenza e arrivo fissati al parco di via Cerca, a Buffalora. Inaugurata nel 2018, la prova si è disputata anche l’anno successivo ma non nel 2020, bloccata dalle restrizioni sanitarie. Il triathlon sprint è così ripartito lo scorso anno, pur se trasformato in un duathlon (corsa e ciclismo) a causa dell’impossibilità di nuotare nel laghetto dell’ex cava. La quarta edizione della gara ripropone così il copione originale. La regia dell’appuntamento agonistico è firmata dal Gruppo sportivo oratorio di Buffalora e dal team Zerotrenta triathlon Brescia, un binomio che garantisce un allestimento logistico di successo. Il via sarà dato alle 11.10 con la partenza della batteria femminile, mentre gli uomini scatteranno alle 11.25. Le distanze saranno quelle della versione sprint della «triplice». Prima frazione dunque composta da 750 metri a nuoto, nelle acque dell’ex cava, poi zona cambio e segmento ciclistico: in bici i concorrenti dovranno pedalare 20 km transitando da Rezzato, Castenedolo e Borgosatollo prima di tornare in via Cerca. Terza e ultima frazione di corsa lungo il periplo del Parco delle cave, che impegnerà gli atleti per due giri dell’anello e un totale di 5 km. Alle 14 si terranno infine le premiazioni. Le iscrizioni sono già chiuse e l’evento ha registrato il sold-out, sono infatti più di 220 i partecipanti al Triathlon Città di Brescia. Fra questi anche i campioni in carica, entrambi bresciani, Sara Sandrini e Marco Corti. Nella gara femminile la regina dell’edizione 2021 (e anche 2018), portacolori della Venus Iseo, sfiderà Giulia Rinieri, Ilaria Silvestri, Elena Caccin e la rezzatese Eva Grisoni (Lykos Team). Nel settore maschile, Corti è anche l’alfiere di casa essendo tesserato per la squadra che organizza la prova, la Zerotrenta: l’ironman franciacortino cercherà la doppietta, ma il suo compito non sarà facile. Molto qualificato è anche il bresciano Matteo Montanari (Lykos Team), nonché Franco Pesavento, Marco Lorenzon, Nicolò Astori e Andrea Secchiero. Si schiereranno al via anche 4 tandem paralimpici con i bresciani Emanuele Bersini, Federico Sicura e Marco Zingarelli.•. L.Reg. © RIPRODUZIONE RISERVATA