CALCIO

Feralpisalò, ecco il momento e che sia un debutto B...ellissimo

di Sergio Zanca
A Parma (ore 20.30) storica prima volta tra i cadetti per la formazione gardesana dopo la promozione dalla Serie C. Tra i nuovi titolari il terzino Martella, il difensore Ceppitelli e il tridente offensivo Compagnon-Felici-La Mantia. Ma una bandiera saluta nella giornata più attesa: il goleador Guerra passa alla Juventus Next Gen
Pasini e Vecchi
Pasini e Vecchi
Pasini e Vecchi
Pasini e Vecchi

L’entusiasmo e la spensieratezza. Queste le armi, oltre a quelle tecniche e tattiche, che la Feralpisalò potrà opporre al Parma, superfavorita per la promozione in A. Stasera, 20 agosto, alle ore 20.30, appuntamento con la storia al Tardini per i gardesani, che stanno per iniziare il loro primo campionato di Serie B.

Leggi anche
Feralpisalò promossa in Serie B! Il presidente Pasini: «Noi, un miracolo calcistico»

I grandi assenti

All’appello mancheranno due campioni che, seppure su pianeti differenti, hanno illuminato il cammino delle loro squadre: Gigi Buffon e Simone Guerra. Il portiere, 10 scudetti con la Juventus, mondiale 2006 con la Nazionale italiana a Berlino, ha deciso di appendere i guantoni al chiodo alla bella età di 45 anni. Guerra, goleador storico dei gardesani (75 gol in campionato + 5 in coppa) ha deciso di cambiare aria e di ricominciare come fuori quota tra i ragazzi della Juventus Next Gen. Ha accettato un anno di contratto, con opzione per il secondo. Sembrava che col Padova stesse firmando un accordo di durata biennale, e invece, in extremis, consigliato anche dal suo procuratore Marco De Marchi, ex difensore di Ospitaletto, Bologna e Juventus, anzichè andare in Veneto ha preferito i bianconeri, tenuto conto anche delle prospettive di inserimento nella galassia Fiat.

La formazione dei leoni del Garda

La prima formazione della Feralpisalò nello storico debutto in cadetteria sarà composta dal portiere Pizzignacco, autore lunedì a Torino d’una serie di prodezze; dai terzini Bergonzi e Martella, dai centrali Ceppitelli e Bacchetti a completare la difesa che ritrova Pilati. In regia Carraro, che ha preso la fascia di capitano da Legati, diventato direttore tecnico. Mediani Hergheligiu e Di Molfetta, che sta attraversando un periodo di forma smagliante, avendo segnato sia nella Steel Cup che col Vicenza e contro i granata. Ma Balestrero morde il freno. Torre d’attacco La Mantia. Ali Compagnon, giunto dalla Juventus Next Gen, e Felici.

Leggi anche
Giuseppe Pasini: "Questo è il compleanno più speciale e il regalo più bello è la Feralpisalò in B"

L’infermeria

Ieri pomeriggio la Feralpisalò ha svolto la rifinitura al «Lino Turina». Quindi la partenza in pullman per l’Emilia. Non convocati Da Cruz (distorsione alla caviglia, infortunio che si sta rivelando più problematico del previsto, e richiederà un approfondito consulto specialistico), Zennaro (distorsione anche lui), Pietrelli (noie muscolari) e Butic, che si aggregherà al gruppo martedì. Oltre al lungodegente Voltan, sottoposto a intervento chirurgico ai legamenti del ginocchio.

Il parma

Il Parma, acquistato da un fondo americano, può contare sul portiere argentino Chichizola. Quattro i difensori titolari: il francese Coulibaly, il venezuelano Osorio, Circati, il greco Zagiritis. Due i centrocampisti: l’argentino Estevez e il brasiliano Hernani, appena arrivato dalla Reggina. Tre i rifinitori: il rumeno Man, lo svizzero Sohm, il polacco Benedyczak. La punta: Bonny, francese. In rosa un solo italiano, mentre la Feralpisalò non schiera nemmeno uno straniero. Un po’ come dire: Italia contro il resto del mondo. «La partita con il Parma non rappresenta solo l’esordio della Feralpisalò in una categoria di prestigio come la B. Rappresenta per Feralpi Group una storica tappa nel cammino che da sempre vede la nostra azienda, fin dalla sua nascita nel ’68, vicina al mondo dello sport, sostenendo svariate attività soprattutto legate alla nostra comunità locale - le parole di Cesare Pasini, vicepresidente di Feralpi Group -. Ora il palcoscenico si amplia in modo significativo. In verità anche in Lega Pro ma la visibilità che può garantire una categoria di così alto livello come la B è per Feralpi motivo di soddisfazione, orgoglio e genera in tutti noi anche grande curiosità».

Il direttore di gara

L’arbitro Monaldi di Macerata ha già fischiato la Feralpisalò in tre occasioni, con una vittoria e due sconfitte. Nella giornata inaugurale del campionato ’19-20, il 24 agosto, al Mapei Stadium, è finita 4-1 per la Reggiana. Il 6 dicembre ’20 il Mantova ha espugnato per 3-1 il Lino Turina, sfruttando rigori (addirittura 3) ed espulsioni (di Rizzo e Legati). In panchina Massimo Pavanel. Lo scorso 11 dicembre il nitido 4-0 rifilato al Novara, con reti di Guerra (doppietta), Balestrero e Bergonzi. Tutti risultati fragorosi.

Suggerimenti