Franzoni punta al top: «Il prossimo obiettivo è la Coppa del Mondo»

Giovanni Franzoni:  a 19 anni è una delle punte dello sci bresciano
Giovanni Franzoni: a 19 anni è una delle punte dello sci bresciano

Con Marta Rossetti è una delle due punte dello sci alpino bresciano, sempre in attesa di un eventuale rientro di Elena e Nadia Fanchini: Giovanni Franzoni ha chiuso la stagione in crescendo confermandosi a livello internazionale in tutte le specialità. Come Marta Rossetti abita sul Garda, a Manerba, e festeggia il compleanno nello stesso mese: il 25 marzo lei, il 30 lui. Ventuno primavere per l’azzurra, diciannove per l’azzurrino. IN QUESTA STAGIONE ha conseguito la bellezza di 18 top five, condite da due vittorie, tre secondi, due terzi, sei quarti e cinque quinti posti. Ha conquistato punti in tutte le specialità tecniche e veloci e pure nella combinata alpina. A Bardonecchia è svettato proprio in questa specialità, mentre a Pila ha vinto lo slalom gigante. Cresciuto allo Ski College Falcade, si è meritato la convocazione in nazionale a suon di risultati ed è uno degli atleti più polivalenti dell’ultima generazione. Al Mondiale juniores di Narvik, in Norvegia, è stato undicesimo e decimo in gigante e nello slalom, mentre non ha potuto gareggiare nel superG della combinata alpina dopo essere stato ottavo nella prova tecnica. Specialità che dovrebbe vederlo presto al via in una gara di Coppa del Mondo. «In verità avrei potuto gareggiare nella combinata alpina di Hinterstoder, in Germania - svela - ma d’accordo con il mio allenatore abbiamo preferito declinare l’invito per poter affinare ulteriormente le mie qualità». Spesso tra i più bravi nelle gare Fis e in Coppa Europa, ora manca soltanto la consacrazione mondiale. «Che è senza alcun dubbio l’obiettivo della prossima stagione. Non voglio però farmi prendere dalla frenesia. Spero di guadagnare la promozione nella nazionale cadetta per alzare sempre di più l’asticella. Sono giovane e non voglio bruciarmi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

A.MAS.

Suggerimenti