Franzoni trionfa per la prima volta in Coppa Europa

Giovanni Franzoni. ha 20 anni
Giovanni Franzoni. ha 20 anni
Giovanni Franzoni. ha 20 anni
Giovanni Franzoni. ha 20 anni

Giovanni Franzoni ha messo alle spalle la partenza falsa di Soelden, dove non è riuscito a conquistare il pass per la seconda manche dello slalom gigante di Coppa del Mondo. In Coppa Europa è tornato a salire sul podio nel supergigante disputato a Zinal, in Austria. Il finanziere di Manerba sul Garda, dopo aver affrontato il primo superG della challenge con qualche errore di troppo chiudendo 28° a 1“58 dal compagno di squadra Matteo Franzoso, ieri si è preso la rivincita siglando la prima affermazione in questa manifestazione. È stata una vittoria importante perché lo ripropone come uno degli atleti più polivalenti del circo bianco e quindi in grado di giocarsi le sue chances in vista dei Giochi Olimpici di Pechino 2022. Nella gara di ieri, la numero 31 in Coppa Europa, è partito dopo 9 concorrenti e ha dato subito l’impressione di essere in buona giornata siglando nel primo parziale 30“98, 3° tempo dopo quelli siglati dal francese Florian Loriot e l’austriaco Lukas Feurstein, avanti rispettivamente du 12 e 2 centesimi. Nella seconda parte, più tecnica, Franzoni ha innestato il turbo e superato gli avversari. Così è arrivato per la prima volta sul gradino più alto del podio in Coppa Europa: era l’unico gradino che gli mancava dopo l’argento ottenuto nella combinata alpina a Sella Nevea il 14 febbraio 2020 e il bronzo ottenuto nel supergigante di Altenmarkt Zauchensee il 22 dicembre 2020. In attesa di tornare a gareggiare in Coppa del Mondo nello slalom gigante di Val d’Iserè l’11 dicembre, la vittoria di ieri gli permette di guardare al futuro con ottimismo: «Non sono ancora al massimo della condizione dopo l’infortunio alla clavicola - ammette il campione di Manerba -, però sono in crescita e quindi ottimista. Questa è una stagione molto speciale perché a febbraio si svolgono le Olimpiadi di Pechino e mi piacerebbe davvero tanto far parte della spedizione azzurra». A un anno del Mondiale di Cortina d’Ampezzo festeggerebbe una doppietta da sogno: «Voglio rimanere con i piedi ben saldi per terra ma mentirei affermando che non punto alla convocazione per Pechino 2022. I Giochi si disputano ogni 4 anni e rappresentano il top per ogni atleta e naturalmente lo sono anche per me. In questo supergigante ho messo un bel mattone sull’eventuale convocazione, ma la strada per i Giochi cinesi è ancora lunga e dovrò superare altri esami importanti». Intanto Franzoni archivia la sua prima vittoria in Coppa Europa che lo avvicina a quello che fino a un paio d’anni fa era solo un sogno. A un anno dalla combinata alpina e supergigante iridati a Cortina, il gigante di Manerba è pronto a giocare le sue carte per essere presente anche all’Olimpiade cinese, la più alla rassegna asiatica, la più prestigiosa del mondo. •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Angiolino Massolini