STASERA AL PALALEONESSA

Germani, obiettivo riscatto. C’è un successo da ritrovare

di Folco Donati
Sfida delicata in Eurocup contro Ulm dopo le tre sconfitte consecutive in campionato
David Cournooh, 32 anni, guardia della Germani Brescia: stasera c’è l’impegno casalingo in Eurocup contro i tedeschi del’Ulm FOTO ONLY CREW
David Cournooh, 32 anni, guardia della Germani Brescia: stasera c’è l’impegno casalingo in Eurocup contro i tedeschi del’Ulm FOTO ONLY CREW
David Cournooh, 32 anni, guardia della Germani Brescia: stasera c’è l’impegno casalingo in Eurocup contro i tedeschi del’Ulm FOTO ONLY CREW
David Cournooh, 32 anni, guardia della Germani Brescia: stasera c’è l’impegno casalingo in Eurocup contro i tedeschi del’Ulm FOTO ONLY CREW

Chiamarla sfida delicata sembra quasi un eufemismo, inquadrando l’impegno di questa sera (ore 20.30) che la Germani sosterrà al PalaLeonessa contro Ulm, nell’incontro valido per la terza giornata del girone di ritorno di Eurocup.

Reduce da tre sconfitte consecutive in campionato (nell’ordine contro Trento, Verona e Treviso), aggiunte a quella rimediata in terra lettone contro gli ucraini del Prometey nella coppa europea, la squadra bresciana non può certo permettersi di fallire l’appuntamento con quella vittoria che ridarebbe fiducia a un ambiente che in questo momento ha certamente il morale sotto i tacchi. «Dopo la gara persa incredibilmente contro Treviso – spiega coach Alessandro Magro -, ci siamo confrontati e i due allenamenti successivi sono stati i migliori di tutta la stagione. Le responsabilità per questa serie di risultati negativi sono ovviamente di tutti. Io mi metto in testa. È ovvio che la predisposizione mentale alla gara sarà quella di vincere ad ogni costo, ma quello che mi aspetto dalla mia squadra è che ci sia un impegno, un atteggiamento, un’abnegazione superiore a qualsiasi altra volta che siamo scesi in campo. Lo dobbiamo a noi, lo dobbiamo a tutti quelli che ci consentono di scendere in campo, lo dobbiamo ai nostri fantastici tifosi».

Il Ratiopharm Ulm, squadra tedesca che in classifica vanta due punti in più rispetto a Moss e compagni, è una formazione ostica, storica rivale che è sempre stata nel girone iniziale della Germani anche nelle precedenti due edizioni di Eurocup, nella gara d’andata era stata sconfitta dopo la disputa di un tempo supplementare (98-90 per i biancazzurri nella gara giocata in Germania lo scorso 26 ottobre).

«Ulm è una squadra che ha trovato tanta solidità, hanno un record di tre vittorie in casa ed altrettante in trasferta – analizza il tecnico della Leonessa -. Quindi pericolosi anche quando giocano lontano dal loro palazzetto. Hanno inserito due giocatori di grande spessore come Paul e Caboclo, innesti che hanno portato grande impatto e soprattutto maggiore versatilità alla squadra tedesca. A livello statistico sono una avversaria molto pericolosa dal punto di vista offensivo essendo il secondo team per canestri realizzati e secondi anche nei tiri da tre punti messi a segno. Mi aspetto da parte nostra una partita dal punto di vista difensivo importante, dove dovremo cercare di limitare le scorribande dei loro esterni, difendere forte sul perimetro e poi dare dimostrazione che anche sotto canestro possiamo dire la nostra nonostante le ultime gare abbiamo decretato che a rimbalzo stiamo facendo molta, molta fatica».

Ritrovare fiducia e con essa i due punti. Caposaldi su cui dovrà essere ancorata la prova che attende una Germani ferita, ma vogliosa di riscatto. «Il morale ovviamente in questo momento non può essere dei migliori, anche se dopo il confronto che abbiamo avuto è senza dubbio migliorato – spiega Magro alla vigilia dell’impegno di Eurocup -. Ma la squadra ha voglia di ritornare in campo e di dimostrare che gli ultimi risultati non sono lo specchio fedele del suo reale valore. Siamo in difficoltà, ma vogliamo riscattarci. E l’occasione arriva subito propizia. Sono molto fiducioso perché abbiamo svolto due allenamenti molto performanti che dovrebbero proiettarci verso quella vittoria che ci darebbe tanta fiducia anche in vista dei prossimi impegnativi match».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA