In gara al Sestriere:
per Nadia Fanchini
una prova gigante

Nadia Fanchini
Nadia Fanchini
Nadia Fanchini
Nadia Fanchini

Per la 75esima volta al cancelletto di partenza di uno slalom gigante di Coppa del Mondo con l’obiettivo di cancellare le sfortunate prove di Soelden in Austria e Killington negli Usa: Nadia Fanchini sarà oggi al via della gara che si svolgerà al Sestriere dove in passato ha gareggiato altre tre volte. Non sarà però impegnata sulle pista dove ha affrontato due supergiganti e una discesa libera conquistando in quest’ultima specialità il suo secondo podio in Coppa concludendo terza a due anni dal primo siglato a Lake Louise in Canada. La gara si effettuerà sulla pista dove si è svolto lo slalom speciale olimpico in notturna nel 2006 a poche centinaia di metri dal centro abitato del Colle: pertanto si tratta di una pista che ha potuto saggiare solo negli ultimi due giorni. Niente a che vedere con la pista che ospitò il gigante olimpico dove concluse ottava dopo aver siglato alcuni parziali notevoli: teatro di gara nuovo di zecca per lei quindi anche se qualche allenamento l’aveva pure svolto dieci anni fa ma nulla di particolarmente importante.

Nadia Fanchini arriva a questo appuntamento dopo le confortanti prove offerte nelle prove veloci a Lake Louise dove ha centrato due top 10 sulle tre a disposizione. In gigante invece quest’anno è apparsa irriconoscibile, soprattutto a Soelden dove non è riuscita a strappare il pass per la seconda prova essendo stata trentacinquesima. Qualcosa di meglio ha ottenuto negli Stati Uniti dove si è classificata ventitreesima. Ma se vuole avere qualche speranza di affrontare il gigante iridato a Saint Moritz nel mese di febbraio 2017 deve recuperare più presto che in fretta la miglior condizione: «So di giocarmi molto se non tutto in questo gigante: per questo preciso motivo mi sono allenata con grande scrupolosità. La neve è dura come piace a me e se le condizioni fisiche me lo permetteranno vorrei migliorare il rendimento rispetto alle prove tra le porte larghe affrontate in Austria e America. La nostra squadra è fortissima e la concorrenza è davvero notevole ma essendo lo sci uno sport individuale è anche bello poter lottare con le proprie compagne di squadra per recuperare posizioni nel ranking mondiale». Nadia ha talento da vendere e se sarà in giornata tutto potrebbe accadere; e anche se appare lontana dal top, la classe però spesso riesce a fare la differenza. La prima manche si svolgerà alle 10,30, la seconda tre ore dopo.A.M.

Suggerimenti