atletica

Jacobs corre, sabato il ritorno in pista

di Alessandro Gatta
Il bicampione olimpico sarà al via dei cento metri negli Assoluti di Rieti. Confermata anche la presenza a Stoccolma per la tappa di Diamond League del 30. Nei giorni scorsi il velocista di Desenzano si è allenato a Manerba Il mirino è già puntato sui Mondiali di Eugene (Usa) di metà luglio
Jacobs a Manerba: la story pubblicata su Instagram dal velocistaMarcell Jacobs in pista a Savona il 18 maggio scorso: fin qui gli unici 100 metri corsi all’aperto dopo Tokyo
Jacobs a Manerba: la story pubblicata su Instagram dal velocistaMarcell Jacobs in pista a Savona il 18 maggio scorso: fin qui gli unici 100 metri corsi all’aperto dopo Tokyo
Jacobs a Manerba: la story pubblicata su Instagram dal velocistaMarcell Jacobs in pista a Savona il 18 maggio scorso: fin qui gli unici 100 metri corsi all’aperto dopo Tokyo
Jacobs a Manerba: la story pubblicata su Instagram dal velocistaMarcell Jacobs in pista a Savona il 18 maggio scorso: fin qui gli unici 100 metri corsi all’aperto dopo Tokyo

Marcell Jacobs prende la rincorsa: avvistato a Manerba, sulla pista di Villa Athena dell’amico Alberto Papa, è già tornato a Roma e si prepara al suo (atteso) ritorno alle gare, già questo sabato per gli Assoluti di Rieti, poi il 30 giugno anche a Stoccolma per l’ottava tappa della Wanda Diamond League. È il gustoso conto alla rovescia per l’appuntamento clou della stagione, il 15 e il 16 luglio ai Mondiali di Eugene. Sciolta finalmente la riserva per i campionati italiani, a cui il 27enne gardesano comunque si era già regolarmente iscritto: correrà i 100 metri sabato pomeriggio allo stadio Raul Guidobaldi, batterie alle 18.05 e finale alle 19.20, in diretta su RaiSport (e RaiPlay). In pista da campione in carica, cercherà di centrare il pokerissimo, la quinta vittoria consecutiva: imbattuto ormai dal 2018 a Pescara, lo scorso anno vinse in scioltezza a Rovereto con il tempo di 10“01. Assoluti mai così dorati: nel weekend oltre a Jacobs, medaglia d’oro a Tokyo nei 100 e nella 4x100, scenderanno in pista anche Filippo Tortu e Lorenzo Patta (nei 100) e Fausto Desalu (nei 200), campioni olimpici della 4x100, e Gianmarco Tamberi, oro a Tokyo nel salto in alto.

Per la tre giorni tricolore sono attesi più di 600 atleti e saranno assegnati 42 titoli. Per Jacobs è la seconda uscita stagionale all’aperto dopo i trionfi indoor nei 60 metri (agli Europei di Belgrado e agli Assoluti di Ancona): costretto a rinunciare al Kip Kenio Classic di Nairobi, Kenya, per un virus intestinale, e poi in rapida sequenza anche ai meeting di Eugene, Roma (Golden Gala) e Oslo, per via di una distrazione-elongazione diagnosticata il 23 maggio, pochi giorni dopo la vittoria al Memorial Ottolia di Savona (9“99 ventoso in batteria e 10“04 in finale). «Training at home today», scrive Jacobs su Instagram pubblicando i video dei suoi allenamenti manerbesi: qualche giorno di relax sul lago con la famiglia, per stare insieme al primogenito Jeremy e per festeggiare il compleanno dello zio. Da segnalare anche la graditissima visita, domenica scorsa, allo spiedo solidale organizzato a Bedizzole dal Lions Club Colli Morenici.

Per un paio di giorni è stato ospite di mamma Viviana Masini all’ormai celebre Hotel Florence di San Sivino, Manerba. «A Marcell piace sempre tornare a casa - racconta Viviana Masini, che in questi giorni è con lui a Roma - perché la famiglia è una parte fondamentale della sua vita. Così può stare vicino a noi, al suo Jeremy, ai cugini e ai fratelli». Casa dolce casa, ma lo sguardo è alle gare: «Ora sta davvero bene, anche mentalmente è carico: anche questo sarà un bellissimo anno», conclude Viviana con chiaro riferimento all’atletica ma anche al matrimonio con Nicole Daza, madre di Anthony e Meghan, a settembre alla Torre di Gardone Riviera. Ma un passo alla volta: gli Assoluti di Rieti, i Mondiali di Eugene a luglio e gli Europei di Monaco di Baviera in agosto. Nel mezzo tante altre gare, tra cui come detto il meeting Bauhaus-Galan in Svezia, giovedì 30 giugno (in diretta su Sky). «È stato un periodo difficile nelle ultime settimane - spiega Jacobs, come riporta la Fidal - ma finalmente è giunto il momento di guardare avanti e tornare in pista. Non vedo l'ora di gareggiare».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA