BASKET

La Germani inciampa nel derby e adesso il primato solitario è a rischio

di Redazione web
Al PalaRadi Cremona vince 84-77 e blinda la salvezza, mentre la prima della classe incappa in una serata storta: Bologna e Milano possono agganciarla
La delusione dei giocatori della Germani: Brescia perde il derby con Cremona
La delusione dei giocatori della Germani: Brescia perde il derby con Cremona
Cremona-Brescia

Vince Cremona. Con pieno merito. Finisce 84-77 per la Vanoli il derby dell'Oglio: niente vittoria numero 21 per la prima della classe Germani, che adesso rischia di essere agganciata da Milano e Bologna (impegnate con Scafati e Reggio Emilia). Risultato giusto, ineccepibile: Cremona comanda per tutta la partita, mentre Brescia non riesce mai a trovare le giuste distanze e le giuste misure, sprecando troppi possessi e perdendo troppe palle. Serata storta per Alessandro Magro e i suoi, che si fanno sorprendere da un avversario molto più cattivo e molto più solido in difesa.

L'ULTIMO QUARTO (84-77)

Di un brillante Amedeo Della Valle la tripla del -4 che inaugura l’ultimo parziale (67-63), con Cournooh a riscrive il -2 Germani (67-65). Cremona però c’è, e di nuovo Eboua rimette a posto le cose per la Vanoli (74-65). Si mette male per la prima della classe, in una partita sempre più brutta, sporca e cattiva (76-67). Serata storta per Brescia, che continua a sprecare a pasticciare, mentre Cremona con calma difende il vantaggio (78-67). All’improvviso però un parziale di 0-7 rimette in partita gli ospiti (78-74), anche se la Vanoli ha mille vite e ancora una volta non si scompone (82-76). Il derby se lo prende Cremona: con pieno merito (84-77). 

IL TERZO QUARTO (67-60)

Eboua, ancora lui, stappa il terzo parziale prima di un giro in lunetta che vale il +8 Cremona (49-41). Christon ricuce a -6 (51-45), ma dall’altra parte la Vanoli segna con troppa facilità (53-47). Di rabbia la Germani torna a -4 con Bilan (53-49), ma dall’altra parte Lacey fa male dalla lunga (56-49). Non decolla il gioco della prima della classe, mentre la Vanoli continua a muovere lo score (58-49). Tocca a Burnell allora con un 2+1 riattaccare la spina alla partita di Brescia (58-52), ma Pecchia ha altre idee per la serata (63-54). Per fortuna Brescia all’improvviso si sveglia, e con Gabriel torna a un accettabile -5 (63-58, 65-60), che diventa -7 al 30’ (67-60).

IL SECONDO QUARTO (45-41)

Di Massinburg i primi due del secondo parziale, con una magia delle sue (22-23), preludio a una tripla in transizione dell’americano che vale il +4 esterno (22-26). Ma il buon momento di Brescia si arena in due palle perse da Christon, che innescano la reazione di Cremona (28-26). Troppo pasticciona la Germani, poco lucida in attacco e sulle gambe in difesa (30-26). C’è solo la Vanoli adesso, con il +6 (32-26) che convince Magro a richiamare i suoi in panchina per fare il punto della situazione. Burnell risponde presente alla prima giocata dopo il minuto di sospensione (32-28), ma è sempre Cremona a fare la partita (36-28). Per fortuna Della Valle scongela il tiro dalla lunga nel momento di buio totale, ma Eboua dall’altra parte è un rebus che Brescia non riesce a risolvere (41-31). È ancora Della Valle a scuotere una Brescia mezza addormentata con due triple consecutive (43-37), prima della stoccata di Massinburg che rimette in piedi la partita (43-39, 45-41). 

IL PRIMO QUARTO (22-21)

Ha il motore freddo Brescia in avvio, con il canestro di Cremona che resta al sicuro per quasi tre minuti. Sono di Gabriel i primi 4 punti della capolista, ma nel frattempo la Vanoli non è stata a guardare (11-4). Per fortuna c’è Kenny in casa Germani, che con la prima tripla ospite dice -4 (11-7) e con la seconda ricuce sul -1 (11-10). Partita vera adesso, con Bilan che mette i primi 2 punti bresciani non usciti dalle mani di Gabriel (14-12). Si sblocca anche Della Valle dalla lunetta (16-14), prima della seconda rasoiata di Bilan (16-16) e dei due di rapina di Burnell che valgono il primo vantaggio bresciano (16-18), ribadito ancora da Bilan dalla lunetta (18-20). Nervoso il finale di quarto: Brescia non segna, Cremona nemmeno (22-21).

Suggerimenti