Sci alpino

Montecampione si muove: una pista sarà presto intitolata a Elena Fanchini

di Angiolino Massolini
Il Consorzio già al lavoro sul progetto. A portare il nome della campionessa scomparsa un anno fa dovrebbe essere la Corniolo
anchini
anchini
anchini
anchini

La notizia non è ancora ufficiale, ma nel corso del 2024 una pista di Montecampione verrà intitolata a Elena Fanchini. L’ha fatto capire durante un incontro con alcuni addetti ai lavori il presidente del Consorzio Montecampione Paolo Birnbaum, molto sensibile alla richiesta giunta da più parti per ricordare la campionessa originaria proprio di questa località turistica. Ovviamente è ancora presto per dire come e quando verrà inaugurata la pista, ma ci sono le premesse necessarie affinché nel giro di pochi mesi anche la Vallecamonica dopo Cortina d’Ampezzo ricordi non soltanto a parole l’azzurra scomparsa l’8 febbraio del 2023.

Leggi anche
Nadia Fanchini: «Elli ha lasciato un vuoto incolmabile. Dedicarle una pista? Sarebbe bello»

Le sorelle Fanchini 

D’altro canto Elena Fanchini insieme alla sorella Nadia ha debuttato nel circuito provinciale baby proprio a Montecampione il 16 gennaio del 1994, seconda alle spalle della più piccola Nadia. Poi si rifece alla grande nell’appuntamento della settimana dopo al Gaver. Le azzurre sono state anche per alcuni anni testimonial del Consorzio di Montecampione, per cui la decisione di intitolare una pista a Elli è quasi naturale.

Leggi anche
Goggia-Fanchini, la promessa: dedica all'amica malata dopo la vittoria a Cortina

Qualcuno potrebbe pensare che sarebbe stato bello farlo subito dopo la sua morte, ma purtroppo non è stato possibile perché la stagione scorsa gli impianti sono stati fermi per le note vicende. Adesso invece si comincia a rivedere il lumicino in fondo al tunnel. Da qualche settimana è stato aperto il tappetino a quota 1.800 metri e la baby a 1.200. Più recentemente è stata aperta anche la pista Le Baite a 1.800 metri servita dalla seggiovia. Condizioni meteo permettendo nei fine settimana si potrà quindi sciare in questa località il cui nome le sorelle Fanchini hanno esportato in tutto il mondo.

In attesa dell’ufficialità

Papà Sandro Fanchini non si è sbilanciato ma ovviamente è felice insieme a tutta la sua famiglia. «Non sappiamo ancora di preciso quando verrà intitolata una pista di Montecampione a Elena - sostiene -, ma pare proprio che il Consorzio abbia deciso di farlo il più presto possibile. Ovviamente ci saranno i tempi tecnici da attendere, perché per rendere operativa una pista occorre mettere mano alla manutenzione dell’impianto di risalita e rifare il maquillage alla pista stessa. Siamo però ottimisti e attendiamo con impazienza la comunicazione ufficiale».

Leggi anche
L’ultima discesa di Elena Fanchini

Una cosa comunque è certa: Montecampione nel giro di qualche anno tornerà a essere un punto di riferimento per gli appassionati di montagna, dello sci in particolare. Regione Lombardia e altri enti pubblici hanno stanziato alcuni milioni di euro per riportarla ai fasti di un tempo. Questa è una gran bella notizia perché è stata spesso sede di eventi di livello internazionale.

La storia di Montecampione e la pista per Elena

Qui tanti anni fa era stato realizzato il più grande impianto di neve programmata d’Europa ed è quindi giunto il momento di riportare Montecampione al posto che merita. Per quel che concerne la pista Elena Fanchini la scelta dovrebbe cadere sulla Corniolo a 1.200 metri di altitudine, servita da una seggiovia quadriposto che va riqualificata. Il direttore del Consorzio Antonio Romele, cordiale e professionale, non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali, ma si è mostrato ottimista. Come lo sono i familiari di Elena.

Suggerimenti