Nadia Fanchini senza pause:
adesso l’obiettivo è gigante

Nadia Fanchini sarà impegnata oggi nel gigante di Courchevel
Nadia Fanchini sarà impegnata oggi nel gigante di Courchevel
Nadia Fanchini sarà impegnata oggi nel gigante di Courchevel
Nadia Fanchini sarà impegnata oggi nel gigante di Courchevel

A Courchevel in Francia per la seconda volta sulla montagna che sedici anni fa celebrò l’ultima vittoria di Marco Pantani nella quindicesima tappa del Tour de France: Nadia Fanchini sarà al cancelletto di partenza dello slalom gigante di Coppa del Mondo a due anni di distanza dalla sua prima esperienza.

Nadia è reduce da un fine settimana molto positivo con la conquista di due quarti posti nella libera e nel supergigante di Val d’Isere dove per soli 13/100 ha fallito per due volte consecutive il tredicesimo podio in Coppa. Le connazionali Sofia Goggia e Elena Curtoni l’hanno costretta a guardare la zona medaglia dal basso in alto e la rabbia per le due occasioni perse non l’ha ancora del tutto smaltita: «E sfido chiunque a passarci sopra con leggerezza. Mi sono impegnata allo spasimo, ho sciato bene commettendo soltanto un paio di errori veniali e alla fine mi sono ritrovata per due volte di seguita solo quarta. Per fare sbollire questa rabbia ci vorrebbe proprio un bel risultato in questo slalom gigante. In questa specialità quest’anno non mi sono ancora espressa al meglio ma conto di farlo più presto che in fretta».

CONQUISTATI i pass per le prove veloci iridate a suon di ottime prestazioni è tempo di puntare anche a quello del gigante: «Ma sono tante le azzurre che mi sono state davanti finora. Per cercare di entrare nel quartetto italiano per la sfida mondiale dovrei centrare quantomeno un podio. Al top della condizione fisica e psicologica è un obiettivo che potrei centrare, ma devo prima smaltire la delusione di Val d’Isere».

Davvero corrucciata come non mai Nadia Fanchini che ha talento da vendere e potrebbe improvvisamente mettere in ambasce i tecnici della nazionale preposti alla formazione della squadra azzurra per Saint Moritz 2017. Già nel pomeriggio ha ieri ha raggiunto Courchevel dove ha gareggiato senza fortuna una sola volta il 20 dicembre 2015. Dopo essersi qualificata abbastanza bene per la seconda manche ha saltato una porta e quindi venne squalificata.

NON È QUESTO precedente però che la infastidisce, bensì la pista sulla quale sono caduti nel corso della nottata cinque centimetri di neve: «Sulla pista barrata è caduta neve fresca e naturalmente qualche problemino alla fine verrà fuori, anche perché le condizioni meteo non sono buone: nel corso della nottata dovrebbero infatti cadere ancora alcuni centimetri di neve fresca. Comunque cercherò di affrontare la gara con la consueta grinta: le prove affrontare in Val d’Isere in questo senso mi hanno ricaricata anche se alla fine ho raccolto davvero poco. Voglio tornare a respirare l’aria dell’alta classifica e ci metterò tutta la grinta possibile per riuscirci anche in slalom gigante». La prima manche è in programma alle 10.30 mentre la seconda prova scatterà tre ore dopo.

Angiolino Massolini

Suggerimenti