Olivia Alessandrini: un talento a tinte Usa

di Erica Calissi
Olivia Alessandrini con il suo allenatore Fabio Cantoni
Olivia Alessandrini con il suo allenatore Fabio Cantoni
Olivia Alessandrini con il suo allenatore Fabio Cantoni
Olivia Alessandrini con il suo allenatore Fabio Cantoni

Si chiama Olivia Alessandrini il nuovo talento della Corrintime. La classe 2006 porta nella bacheca della società di Darfo Boario Terme, presieduta da Walter Bassi, un bronzo italiano nei 3000 metri categoria allievi. 10’ 16’’80 il suo tempo nella prova tricolore, una delle poche gare che corre in Italia. Si perché Olivia, milanese di nascita, è camuna d’adozione ma da quasi dieci anni vive negli Usa dove ha seguito il papà Stefano. «Nel 2013 mio padre ha trovato lavoro in Colorado e ci siamo trasferiti. Ormai la mia lingua corrente è l’inglese e per parlare in italiano devo riflettere bene perché fatico un pò di più. In Italia torniamo per salutare la famiglia, nel Milanese, e per le vacanze. Abbiamo una casa a Montecampione e proprio in occasione di una gara estiva, quando ero in villeggiatura, ho conosciuto Fabio Cantoni, allenatore della Corrintime. Il fatto di potermi tesserare con questa società e poter disputare anche le gare in Italia è stata una bella opportunità che ho colto subito con entusiasmo». Così Olivia Alessandrini quando torna in Italia si ferma a Montecampione insieme alla gemella Viola e scende a Darfo Boario Terme per gli allenamenti che le hanno fruttato anche la medaglia tricolore: «Sapevo di poter fare bene anche perché negli Stati Uniti c’è molta competizione. Io mi alleno e mi confronto anche con ragazze di quattro anni più grandi di me quindi vincere o raggiungere il podio per me è difficile. Qui in Italia invece, potendo correre con mie coetanee ho raccolto risultati maggiori ed ho spesso vinto le gare locali. A questo punto il primo obiettivo che mi pongo è quello di vincere il tricolore il prossimo anno». La sedicenne della Corrintime si cimenta sia in pista che nei cross ed in entrambe le specialità riesce ad esprimersi a buon livello: «In inverno mi cimento nelle campestri, anche negli Stati Uniti. Sono 5 chilometri e mi diverto. In pista corro gli 800, i 1500 e i 3000 metri, le distanze del mezzofondo consentite per la mia età». Olivia Alessandrini ora mette nel mirino i prossimi obiettivi divisi tra Italia e Usa: «In agosto torno in America e lavorerò per essere tra le prime 7 della squadra di atletica in cui sono inserita per poi giocarmi i campionati dello Stato del Colorardo, dove vivo. In Italia invece, se tornassi il prossimo inverno, spero di poter lottare per la vittoria di qualche campestre. In generale spero di continuare a migliorare i miei tempi e soprattutto continuare a divertirmi». Olivia tornerà ad agosto in America dove frequenta la Niwot High School e dove, finite le superiori, spera di entrare in una università in cui continuare a praticare atletica ad alto livello. La Corrintime conta su di lei e sulla sua crescita per continuare ad arricchire la propria bacheca, che grazie al talento di Olivia Alessandrini potrebbe fregiarsi anche di qualche alloro internazionale.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA