«Orzinuovi per la vetta Lume per stare in alto»

di Claudio Canini
Alessandro Crotti: il doppio exMarco Calvani (Orzinuovi)Fabio Saputo (Lumezzane)
Alessandro Crotti: il doppio exMarco Calvani (Orzinuovi)Fabio Saputo (Lumezzane)
Alessandro Crotti: il doppio exMarco Calvani (Orzinuovi)Fabio Saputo (Lumezzane)
Alessandro Crotti: il doppio exMarco Calvani (Orzinuovi)Fabio Saputo (Lumezzane)

Riparte la Serie B e per una delle due bresciane è già il momento di debuttare: stasera l’Agribertocchi Orzinuovi sarà impegnata in casa del Brianza Basket (che gioca a Bernareggio), mentre domani la Virtus Lumezzane riceverà la Virtus Padova. E chi meglio di coach Alessandro Crotti, doppio ex e trionfatore in B l’anno scorso con la Juvi Cremona, per fare le carte al campionato? «Partiamo da Orzinuovi, che si presenta al via con il biglietto da visita della Supercoppa - analizza Crotti -. Le cose non succedono mai per fortuna o per caso: credo che i bassaioli saranno protagonisti fino in fondo. Hanno una squadra molto quadrata, senza punti deboli e con coach Marco Calvani valore aggiunto. Reduci dalla retrocessione, si sono affidati a un allenatore super, esperto, e a giocatori importanti. Magari non hanno preso delle super star, ma parliamo comunque di elementi duttili e intercambiabili che hanno già giocato, e bene, in questa categoria. Percorso diametralmente opposto per la Virtus Lumezzane, che ha lavorato sul segno della continuità sfruttando il finale di stagione più che positivo. Una squadra sul pezzo, che magari non vincerà il campionato ma ha già un’identità». E le avversarie? «Tra le quattro di vertice e le altre c’è un po’ di divario. Oltre a Orzinuovi, San Vendemiano, Capo D’Orlando e Mestre». Alle loro spalle sarà bagarre. «A me piace molto la Virtus Padova, così come vedo bene Desio. Reggio Calabria ha chiuso il mercato in ritardo ma direi che l’ha chiuso alla grande». E chi ha qualcosa in meno? «Vicenza e Brianza Basket». Qui Orzinuovi. La squadra di coach Marco Calvani, fresca vincitrice della Supercoppa, esordirà stasera a Bernareggio (alle 20.50) proprio contro il Brianza, nato durante l’estate sulle ceneri di Bernareggio e debuttante assoluto nel torneo. «Inizia un nuovo capitolo della nostra stagione, chiusa la pagina vissuta in Supercoppa, della quale siamo molto contenti. Bisogna resettare il tutto e, in merito a ciò, ho ricevuto ottime risposte dalla squadra - presenta così l’inizio del campionato coach Marco Calvani -. I ragazzi hanno dimostrato grande attenzione, evitando leggerezze e senza aver la testa tra le nuvole. E questo aspetto mi dà fiducia. Andiamo ad affrontare degli avversari che hanno qualità. È una formazione che ha avuto un crescendo e, soprattutto, una crescita legata all’avversario con cui hanno giocato. Dalle partite che ho potuto vedere, anche contro squadre attrezzate, hanno messo in campo il giusto atteggiamento. Ho grande rispetto di loro, hanno sempre dimostrato di poter essere competitivi». Qui Lumezzane. È coach Fabio Saputo a parlare alla vigilia della sfida con la Virtus Padova, in programma domani alle 18 al PalaLumenergia. «Ci sono quattro squadre oggettivamente che hanno un roster importante, Orzi, San Vendemiano, Capo D'Orlando e Mestre, e poi sotto grande equilibrio. Credo che noi saremo lì a lottare con tutte le altre e sarebbe molto bello arrivare nelle prime otto, che vorrebbe anche dire migliorare la scorsa stagione». E con Padova che gara sarà? «Una partita tosta perché Padova è una delle squadre più attrezzate: si sono rinforzati molto e già lo scorso anno stavano andando bene. Siamo contenti di quello che abbiamo fatto fino a ora, crediamo di aver lavorato al meglio per farci trovare pronti alla prima di campionato».•. © RIPRODUZIONE RISERVATA