Per le sorelle Fanchini è un SuperG in sordina

Elena Fanchini in azione nel Supergigante della Val d’Isere
Elena Fanchini in azione nel Supergigante della Val d’Isere
Elena Fanchini in azione nel Supergigante della Val d’Isere
Elena Fanchini in azione nel Supergigante della Val d’Isere

Nel giorno che celebra il ritorno alla vittoria di Lindsey Vonn nel terzo supergigante stagionale di Coppa del Mondo in Val d’Isere in Francia, tagliano il traguardo senza infamia e senza lode le sorelle Fanchini: Nadia chiude ventitreesima, Elena trentasettesima. La fuoriclasse di Vail sigla la settantottesima vittoria nel circo bianco e si porta a sole nove lunghezze dal record assoluto di Ingemar Stenmark che nella sua gloriosa carriera è stato primo per ottantasette volte. Dietro di lei a 31/100 torna sul podio l’azzurra Sofia Goggia,mentre terza a 39/100 conclude Ragnhild Mowinkel. Sesta l’altra azzurra Jhoanna Schnarf. Come largamente previsto la partenza è stata abbassata eliminando di fatto una curva e un salto che avrebbero potuto nuocere all’incolumità delle concorrenti. Dall’inizio alla fine della gara è caduta sulla pista Oreiller Killy la neve: in alcuni tratti anche abbastanza. È pure stata sospesa un paio di volte per nebbia. Con queste situazioni meteo le nostre campionesse hanno preferito non rischiare oltre il lecito. Nadia ha prodotto una sciata conservativa ed al traguardo ha accusato 1.98 di distacco dalla Vonn che non vinceva dal 21 gennaio 2017 quando primeggiò a Garmisch Partenkirchen. Partita con il freno a mano tirato, ha siglato alcuni passaggi molto buoni nella parte centrale risalendo di ben ventisette posizioni: dal cinquantesimo al ventitreesimo posto. Non è molto ma un piccolo passo in avanti rispetto a Saint Moritz è stato compiuto. ELENA È PARTITA meglio della sorella ma nella parte finale ha lasciato per strada preziosi secondi e alla fine ha accusato 3.78 di distacco. Rispetto alla gara di Saint Moritz ha fatto come i gamberi. Ha però dalla sua una scusante importante: poca visibilità e neve fresca sulla pista le hanno impedito di fare scivolare come sa gli sci. Oggi le campionesse bresciane saranno al cancelletto di partenza del quarto superG stagionale: Nadia partirà con il pettorale numero nove, Elena con il cinquantadue. L’avvio è fissato alle 10.30. • A.MASS. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Suggerimenti