PizTri e Fletta Trail show È la due giorni dei record

di Folco Donati
Lo spettacolare ultimo tratto del chilometro verticale: sarà battaglia lungo le rampe da Moscio a Malga CampelUno dei tanti passaggi suggestivi della Fletta Trail:  21 i chilometri da percorrere nel territorio di Malonno
Lo spettacolare ultimo tratto del chilometro verticale: sarà battaglia lungo le rampe da Moscio a Malga CampelUno dei tanti passaggi suggestivi della Fletta Trail: 21 i chilometri da percorrere nel territorio di Malonno
Lo spettacolare ultimo tratto del chilometro verticale: sarà battaglia lungo le rampe da Moscio a Malga CampelUno dei tanti passaggi suggestivi della Fletta Trail:  21 i chilometri da percorrere nel territorio di Malonno
Lo spettacolare ultimo tratto del chilometro verticale: sarà battaglia lungo le rampe da Moscio a Malga CampelUno dei tanti passaggi suggestivi della Fletta Trail: 21 i chilometri da percorrere nel territorio di Malonno

È tutto pronto a Malonno per una due giorni indimenticabile. L’edizione numero 59 è realtà, e come sempre promette spettacolo e divertimento, con il pensiero già rivolto al prestigioso traguardo del sessantesimo anniversario. Ospiti da tutto il mondo e tantissimi eventi di contorno per la partecipazione davvero di tutti: una passione incontenibile e una competenza tecnica che esalta gli atleti che ogni anno rispondono presente. Sognano i giovani del paese, che aspettano con ansia spasmodica di vivere le emozioni di oggi, quelle della sfida al «PizTri Vertical», dove tutti i cuori pulseranno all’unisono per l’idolo locale Henry Aymonod, imbattuto da tre anni sul percorso che da Moscio porta alla Malga Campel. Attendono curiosi i più anziani e navigati, che sono pronti a scomodare i mostri sacri della tradizione malonnese come Pezzoli, Vallicella, Rota Gelpi, De Gasperi, Felter e Molinari se dovesse arrivare un’altra vittoria di Andrea Mayr nel Km verticale (il suo quinto) e magari stavolta l’incredibile double «PizTri + Fletta», riuscito solo a Petro Mamu nel 2016. Il ricco programma dell’evento prevede, oltre alle immancabili gare riservate domani ai più piccoli, la grande novità di questa mattina: i «100 metri verticali», con una speciale sfida aperta a tutti sul muro finale del «PizTri Vertical», un segmento preparato per far sì che tutti possano cimentarsi nella iconica scalata finale che vedrà poi i campioni darsi battaglia. Questa mattina fari puntati sul «PizTri Vertikal», quindi, con l’austriaca Andrea Mayr alla ricerca della quinta vittoria e il valdostano, tesserato per l’Unione Sportiva Malonno, Henry Aymonod imbattuto nella specialità dal 2019. Partenza da Moscio e arrivo alla Malga Campel: 3,5 km e 1000 metri all’insù. Un km verticale classico con la particolarità del famoso «muro finale», gli ultimi 250 metri su un pascolo in pendenza che nelle ultime stagioni si è trasformato in uno stadio. I record appartengono a Francesco Puppi (34’09 nel 2017) e ad Andrea Mayr (37’20 nel 2019). Domani spazio alla classica «Fletta Trail» che promette spettacolo con i suoi 21 km con un dislivello positivo di 1100 metri e le contrade attraversate che regalano a tutti tifo indiavolato nel paese della corsa in montagna. Tra i favoriti della vigilia anche il bresciano di Ponte Caffaro Luca Merli, giovane ma rampante scalatore già a medaglia in mole gare internazionali. In campo femminile Andrea Mayr sarà l’atleta da battere, ma attenzione a una certa Sara Bottarelli, che ormai sembra pianamente recuperata dopo la doppia maternità.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA