L'EVENTO

Una notte degli Oscar stellare: Ferrari, Jacobs, Colbrelli, Plebani e Danesi

Domani alle 18.30 all'auditorium San Barnaba
Marcell Jacobs: due ori olimpiciSonny Colbrelli: un 2021 da favolaVanessa Ferrari: argento a Tokyo
Marcell Jacobs: due ori olimpiciSonny Colbrelli: un 2021 da favolaVanessa Ferrari: argento a Tokyo
Marcell Jacobs: due ori olimpiciSonny Colbrelli: un 2021 da favolaVanessa Ferrari: argento a Tokyo
Marcell Jacobs: due ori olimpiciSonny Colbrelli: un 2021 da favolaVanessa Ferrari: argento a Tokyo

Dopo un anno di stop a causa della pandemia torna l’appuntamento con l’Oscar dello sport Bresciano, organizzato dal professor Ugo Ranzetti e dai suoi fedelissimi e bravi collaboratori. Per la prima volta da quando è stato istituito l’Oscar si sdoppierà: per ovviare all’assenza del 2020 andranno in scena le edizioni numero 44 e 45 Un evento-clou che segna la storia dello sport bresciano e che premia le gesta degli sportivi. L’appuntamento è fissato domani sera all’auditorium San Barnaba in corso Magenta: alle 18.30 si alzerà il sipario sul premio più importante di casa nostra con numerose stelle attese sul palcoscenico al termine di un anno a dir poco fantastico, nella fattispecie Marcell Jacobs, Vanessa Ferrari, Sonny Colbrelli, Veronica Yoko Plebani, Anna Danesi: pokerissimo da sogno che ha consentito all’Italia di assurgere a protagonista ai massimi livelli. La scelta della commissione presieduta da Ugo Ranzetti non è stata molto difficile, perché i campioni sopra elencati hanno fatto sognare i nostri tifosi griffando alcune imprese destinate a entrare nella leggenda dello sport mondiale. Quello di domani sarà un Oscar speciale, molto speciale, perché i nostri campioni sono saliti alla ribalta ai giochi olimpici di Tokyo 2020, alle rassegne continentali ed in alcuni appuntamenti di grandissimo prestigio. Marcell Jacobs si è vestito d’oro alle Olimpiadi del Sol Levante piazzando un rush finale da urlo nei 100 metri (con 9’’80 ha stabilito anche il record italiano ed europeo), contribuendo non poco al successo azzurro nella staffetta 4x100. Vanessa Ferrari ha finalmente coronato il sogno di ogni atleta centrando la zona medaglia a Tokyo grazie a un secondo posto da favola nella finale del corpo libero. Una medaglia d’argento che la ripaga solo in parte della sfortuna che spesso l’ha costretta allo stop. Ma è stata talmente brava e determinata che alla fine è salita meritatamente sul podio olimpico. Sonny Colbrelli ha riportato il ciclismo bresciano nell’Olimpo grazie ai successi ottenuti tra Benelux Tour, Tricolore di Imola, all’Europeo di Trento, alla Parigi-Roubaix e in altre quattro circostanze. Anna Danesi dopo aver disputato i giochi di Tokyo 2020 è stata tra le maggiori artefici del successo delle azzurre ai campionati europei di pallavolo: la centrale di Roncadelle si è resa protagonista di prestazioni di altissimo livello nel torneo continentale. Veronica Yoko Plebani, atleta a tutto tondo, capace di sbalordire in numerose discipline sportive ai Giochi Paralimpici è salita sul terzo gradino del podio nel triathlon. Oltre al pokerissimo premiati con l’Oscar, saliranno sul palco anche altri 47 fra atleti, tecnici, dirigenti e società meritevoli. Tra loro anche il collega ed amico Folco Donati, storico collaboratore di Bresciaoggi, designato giornalista per il biennio 2020/21.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Angiolino Massolini

Suggerimenti