Trenzano-River Orzinuovi, partenza da brividi

Alberto Pedretti (Pitra Trenzano)
Alberto Pedretti (Pitra Trenzano)
Alberto Pedretti (Pitra Trenzano)
Alberto Pedretti (Pitra Trenzano)

Una battaglia per sopravvivere più che un campionato. Con 42 retrocessioni, solo 2 promozioni, 6 gironi e 84 squadre al via. Si parte con la nuova Serie D. Riflettori subito puntati, in ottica Brescia, sul derby Trenzano-River Orzinuovi. Trenzano è una delle squadre più rinnovate e punta a un campionato importante, ma non si nasconde nemmeno il River, che ai tanti confermati ha affiancato Luca Apollonio, per otto stagioni alla Lic Verolanuova. «La formula è assurda, sarà un campionato difficilissimo - ammette coach Agostino Scaroni del Trenzano -. Il nostro obiettivo è almeno mantenere la categoria. Ma non ci nascondiamo: vogliamo puntare a stare in alto. Partiamo con un derby, e sarò senza Lamanna e forse Farella. Ma niente alibi: siamo pronti». In casa Orzinuovi è coach Gianbattista Valli a fare il punto: «Campionato complesso. Ogni partita è difficile e contro Trenzano sarà dura. Scaroni è un ottimo allenatore e loro sono una bella squadra, ma ci proveremo». Big match di giornata Prevalle-Gussola. «Il campionato sarà tosto e ci sono almeno cinque squadre che come noi guardano ai primi due posti - commenta coach Davide Apollonio -. Partiamo contro la più forte, che lo scorso anno ha perso la finale play-off. Vogliamo però dimostrare di potercela giocare e in casa proveremo a fare la nostra partita». Tra le novità c’è l’Ome, che come il Sarezzo rientra nel progetto Yes Basketball. «Abbiamo lavorato molto bene, e anche se sappiamo che ci sono squadre più attrezzate, dobbiamo giocare con spirito sempre battagliero - dichiara il neo coach Saverio Nero -. Si parte da Sustinente, avversario alla nostra portata. Siamo carichi». Sarezzo sarà di scena a Quistello. «Il nostro obiettivo è prima di tutto far crescere i giovani - analizza il tecnico Alessandro Dusi -. Giocheremo comunque ogni partita al meglio delle nostre possibilità». La Padernese debutterà in casa con Treviglio. «Voglio che chiunque giochi contro di noi sia preoccupato - ordina coach Stefano Ferrari -. Abbiamo un gruppo che può fare bene». Iseo sfiderà Caravaggio. «Il campionato sarà ancora più difficile, ma cercheremo di farci valere - le parole del tecnico Federico Zani -. Di Caravaggio ci ricordiamo le battaglie punto a punto dello scorso anno, speriamo in una bella partita e nella vittoria». Per la neopromossa Cus Brescia l’avversario sarà Verdello. «Vogliamo mantenere la categoria - così Matteo Bonomi, tecnico dei cittadini -. In quanto neopromossa ci aspetta un campionato non facile, ma attraverso il lavoro proveremo a stupire tutti».•. C.Can. © RIPRODUZIONE RISERVATA