Tassa.li, la App che segnala gli evasori

APPLICAZIONI. Una novità in tema di imposte. Ogni giorno sono in aumento le denunce dei molti trasgressori
Registratore di cassa in azione
Registratore di cassa in azione
Registratore di cassa in azione
Registratore di cassa in azione

Sarà la nuova aria del Governo Monti che ha annunciato tolleranza zero verso chi evade il fisco, sarà anche la voglia di «rivalsa» di chi paga sempre le tasse e viene ancor più tartassato in tempi di «sacrifici», ma è boom di successi per l'App ( iPhone e Android) «Tassa.li» che permette di segnalare in modo del tutto anonimo bar, ristoranti, locali notturni, negozi e servizi che non emettono scontrini o fatture.
E le segnalazioni dall'App aumentano di giorno in giorno. Creata dall'ingegnere Edoardo Serra è stata scaricata da oltre 27mila utenti che hanno già permesso l'individuazione di oltre7 milioni e 300mila euro di evasione.
È semplicissima da usare: basta scrivere l'importo della mancata ricevuta e indicare tra quattro categorie il tipo di evasore (bar e ristoranti, locali notturni, servizi, negozi) e inviare la segnalazione. Grazie al sistema di localizzazione satellitare dei cellulari la posizione dell'evasore viene rilevata e inviata al server di Tassa.li dove si crea un vero e proprio database anti-evasione. L'applicazione è scaricabile gratuitamente sugli smartphone ma è possibile indicare gli abusi anche tramite web collegandosi all'omonimo sito di Tassa.li. In questo caso però è necessario riportare anche l'indirizzo dell'esercente evasore: ogni cittadino, in questo modo, potrà in qualche modo dare il contributo alla grande battaglia contro l'evasione per rimettere a posto i conti dell'Italia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA