Tosa, il bus elettrico
che fa il pieno allo stop

TRASPORTI. Inaugurato a Ginevra il 1° mezzo pubblico 100% elettrico, senza fili, lungo 18 m, ospita 122 persone

Ginevra ha inaugurato il primo autobus al 100% elettrico, senza fili a inquinamento zero: l’autobus innovativo e la linea che in un primo tempo collegherà l’aeroporto di Ginevra- Cointrin al vicino Palexpo sono stati battezzati da una entusiasta ministro svizzero dei Trasporti, Doris Leuthard, che li ha definiti «veramente geniali», ha riferito l’agenzia di stampa Ats. Il Tosa (Trolleybus Optimisation Systeme Alimentation) non emette Co2 nè rumore, e dispone di batterie sul tetto che possono essere ricaricate alle fermate con una sosta di soli 15 secondi d’attesa. «È un’idea elvetica che potremo progressivamente utilizzare e vendere all’estero, a dimostrazione che se si vuole davvero una cosa, la si può ottenere», ha detto la ministra. Alle fermate, grazie alla tecnologia del «biberonnage», la giusta quantità di energia è immagazzinata a bordo del veicolo e grazie a un sistema di propulsione innovante, l’energia dei freni è riutilizzata, spiega una nota. Il bus è lungo 18 metri e in grado di ospitare 122 passeggeri. Gli ingegneri sono certi che la durata della batteria sarà di dieci anni. Il prototipo sarà sperimentato fino al marzo 2014 sulla linea che collega la città all’aeroporto.