«WhatsApp» oltre ogni record: 10 miliardi di sms al giorno

L'APPLICAZIONE. Sta soppiantando i messaggi tradizionali e cresce a ritmi davvero vertiginosi. Permette di spedire gratis. Un limite? Mette a dura prova la batteria
10_24_gdv_f1_510.jpg
10_24_gdv_f1_510.jpg
10_24_gdv_f1_510.jpg
10_24_gdv_f1_510.jpg

Ha di fatto abbassato il numero di sms inviati ogni giorno da smartphone e telefoni di ultimissima generazione scatenando le ire dei gestori di telefonia mobile.
SMS GRATIS. È un'applicazione che, sfruttando una tecnologia abbastanza simile a quella di Skype, ha reso gratuita la comunicazione testuale tra telefoni cellulari diversi tra loro. Prosegue senza conoscere ostacoli il grandissimo successo di WhatsApp, l'applicazione che consente di inviare Sms sfruttando il numero di telefono del cellulare dell'utente e la connessione dati. L'azienda ha infatti annunciato di aver raggiunto i 10 miliardi di messaggi fra inviati e ricevuti in una sola giornata, record assoluto per il software.
BATTUTA IMESSAGE. La App è forte di un successo, sempre crescente grazie al successo degli smartphone e di pacchetti flat dati che gli operatori mettono a disposizione per gli utenti. Si tratta nel complesso di un concorrente di iMessage, con la differenza che WhatsApp è un programma multi piattaforma e consente quindi la comunicazione non solo fra i possessori di iPhone, ma anche di altri smartphone Android e RIM.
Da molti definita come la app sms-killer, è una perfetta sostituta dei vecchi messaggini, soprattutto per chi è abituato Il limite? Richiede comunque un'opzione in abbonamento che includa il pacchetto dati, aspetto che non può che essere apprezzato dagli operatori che si sono trovati spiazzati dalla operatività dell'applicazione.
COSTA 0,79. Per chi non la avesse ancora provata la App è da mesi fra le top applicazioni su App Store, compatibile con iPhone e richiede iOS 3.1 o versioni successive. È venduta ad un prezzo di 0.79 euro e si acquista anche nei market di Android e Rim. Le contromosse? Periodicamente escono notizie che annunciano come ben presto i messaggio siano destinati a divenire a pagamento. Ipotesi mai seguite da fatti reali: con grande soddisfazione da parte degli utenti che, sfruttando anche un banale collegamento wifi, possono comunicare con il resto del mondo da ogni angolo del pianeta senza spendere un centesimo.
PROBLEMI DI PRIVACY. La App al momento della registrazione ti chiede vari dati personali tra cui il numero di telefono che poi viene criptato in maniera grossolana al punto che un esperto informatico qualsiasi è in grado di entrare nel vostro smart e rubarvi i dati, video e foto personali comprese.
MANGIA BATTERIA. Trovare il pelo nell'uovo? L'elevato dispendio energetico: se non si vuole rischiare di perdere una comunicazione è consigliabile attivare l'opzione «push». Il risultato? Comunicazione perfetta, ma batteria dello smartphone messa a durissima prova. Il futuro? Tanti messaggi gratis e chissà che presto l'applicazione non possa interagire anche con i tablet sfruttando le stesse credenziali di accesso di un account titolare di uno smartphone.
© RIPRODUZIONE RISERVATA