martedì, 18 giugno 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

30.11.2012

Assocamuna premia Riva,
il patron dell'Ilva

Il patron del gruppo siderurgico Riva: è agli arresti domiciliari con il figlio
Il patron del gruppo siderurgico Riva: è agli arresti domiciliari con il figlio

Darfo Boario. Colpo di scena all'hotel Rizzi di Boario: l'«imprenditore dell'anno» per Assocamuna è Emilio Riva, che è noto alle cronache nazionali come patron dell'Ilva di Taranto e che si trova agli arresti domiciliari assieme a uno dei figli per disastro ambientale. L'iniziativa valligiana, che ha lasciato molti a bocca aperta considerate le recenti vicende che riguardano l' Ilva, di proprietà del gruppo Riva Acciaio, è partita da Assocamuna.  L'associazione degli imprenditori della Valcamonica, infatti, durante la cena di chiusura del 2012 ha assegnato il premio di imprenditore dell'anno proprio all'anziano «re dell'acciaio» e famiglia. Anzi, a un loro delegato. Inevitabili le reazioni: una grossolana scivolata o forse una provocazione? Luigi Buzzi, fondatore di Assocamuna e industriale di lungo corso, ha cercato di prendere le distanze da qualsiasi polemica: «È vero, la valle in questo caso è andata in controtendenza. Ma il motivo è serio: non si tratta di una leggerezza né di una provocazione. In Valcamonica Riva è un imprenditore di riferimento, che ha investito in tre diversi siti produttivi e dà occupazione a decine di famiglie. Noi imprenditori della valle per questo gli siamo vicini e lo sosteniamo». Numerosi sono infatti gli altri industriali valligiani che hanno condiviso la scelta: la presenza del gruppo Riva in Valle - a Malegno, Cerveno e Sellero - viene considerata dagli addetti ai lavori come un segnale di investimento sul territorio. «Siamo in molti - prosegue Buzzi - a sentirci vicini al gruppo Riva. Venire in Valcamonica e aprire aziende non è una scelta facile. Certamente, siamo ricompensati dal lavoro straordinario di un tessuto di operai e manodopera eccezionali, come ce ne sono solo qui».  E PER LA QUESTIONE ILVA? Come si concilia una premiazione in valle a fronte di un'accusa di disastro ambientale in Puglia? Per Assocamuna la risposta sta in una diversa chiave di lettura: «La giustificazione di questo premio per noi sta e resta nell'impegno verso il nostro territorio». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Eletta Flocchini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sport

Spettacoli