giovedì, 20 giugno 2019
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

06.09.2012

La «cavalcata» degli abitanti
in provincia non rallenta

Brescia provincia sempre più popolosa
Brescia provincia sempre più popolosa

Brescia. In attesa che l'Istat certifichi il numero degli abitanti scaturito dal censimento effettuato nell'ottobre 2011 (il dato definitivo si conoscerà entro la fine dell'anno), la popolazione bresciana continua l'imperterrita marcia che le ha fatto scalare le posizioni nella classifica per numero di abitanti, piazzandosi al quinto posto. Meglio di lei fanno solo le province di Roma, Milano, Napoli e Torino. IL PRIMO report del 2012 dell'Istituto di statistica, aggiornato al marzo scorso, conferma il trend inarrestabile che nei primi tre mesi ha registrato un incremento di circa 1700 abitanti, portando il totale a 1.266.988 abitanti, con una prevalenza non così marcata dei maschi, a conferma del fenomeno del restringimento della forbice tra i due sessi. Nel dettaglio, è Rovato a tagliare il traguardo di maggior rilievo superando la soglia dei 19mila abitanti, 19.117, piazzandosi nel novero dei Comuni più dinamici da questo punto di vista, dietro solo a Desenzano, Montichiari, Lumezzane e Palazzolo. Anche se proprio il censimento nazionale ha portato alla luce una discrepanza con l'anagrafe comunale, ovvero la presenza di un numero inferiore di abitanti, tanto che il sindaco di Rovato Roberta Martinelli spiega subito che è in corso una verifica destinata a cancellare un bel mucchio di residenze.  Più in generale, l'amministratore lega l'incremento di popolazione all'aumento degli immigrati, ma di certo anche all'offerta abitativa: «Negli ultimi anni a Rovato si è costruito molto e questo ha contribuito ad attirare giovani coppie». Senza dimenticare gli eccellenti collegamenti di Rovato, grazie alla presenza dell'autostrada e della ferrovia per Milano e Bergamo.  Dubbi li ha il primo cittadino sul contributo offerto dagli investimenti produttivi. Martinelli ricorda i lavori per la costruzione di una azienda di riparazioni meccaniche che aprirà il prossimo anno e l'ampliamento dell'Eural Gnutti, ma non si tratta di grandi cifre in termini occupazionali. Orgogliosa della performance di Rovato? Non esulta il sindaco, con i chiari di luna della finanza locale è difficile far quadrare i conti e «noi dobbiamo garantire ai cittadini tutta una serie di servizi e, in carenza di risorse, si tratta di un impegno gravoso». Dalla Franciacorta alla Bassa, è Ghedi a stupire più di tutti gli altri, anch'esso oltre quota 19mila abitanti tanto da scavalcare un'altra capitale dell'Ovest, Chiari, una progressione che sembra non avere limiti, favorita sia da un territorio molto esteso e ancora «capace» dal punto di vista edilizio, sia da investimenti produttivi nell'area che hanno attirato la popolazione.  PIÙ I PRIMI che i secondi, ammette il sindaco Lorenzo Borzi. «È la disponibilità di case ad aver sicuramente favorito nuove residenze - riflette il primo cittadino -, non gli investimenti produttivi anche perchè l'economia del nostro territorio si caratterizza per una prevalenza di piccole e medie imprese con poche unità di dipendenti e in questa fase le opportunità di lavoro sono veramente scarse».  Ha contribuito invece la presenza dell'aeronautica militare con la base di Ghedi, ricorda Borzi: sulla scia dei Tornado che si sono trasferiti da Gioia del Colle c'erano anche le famiglie di tecnici e piloti. Quante persone? Il sindaco non lo sa, ma commenta: «Ogni volta che quelle realtà si muovono portano con sè centinaia di persone». A onor del vero, il trasloco non è ancora finito, visto che a Ghedi arriveranno tra non molto anche gli ultimi Tornado di stanza a Piacenza. Se da un lato Borzi è orgoglioso dell'aumento della popolazione, nello stesso tempo non nasconde le preoccupazioni per l'intera gamma dei servizi che deve garantire «dall'asilo al cimitero», sintetizza a mo' di slogan il sindaco.

William Geroldi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sport

Spettacoli