LA RASSICURAZIONE

"Emergenza siccità: per ora in Lombardia nessun razionamento dell'acqua"

Fontana: "Al lavoro per risolvere il problema degli usi agricoli. Tra le soluzioni il rinvio delle semine e la deroga al deflusso vitale"
Il fiume Mella in secca: l'ultimo rigagnolo tra i sassi del letto

«In Lombardia per ora non si parla di razionamenti dell’acqua per uso civile. La situazione da questo punto di vista è sotto controllo». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine della missione istituzionale in corso oggi a Bruxelles.

«Stiamo intervenendo - ha proseguito il governatore - per risolvere il problema degli usi agricoli. Ci stiamo lavorando da due mesi e abbiamo già posto in essere una serie di iniziative concordate col mondo dell’agricoltura, per esempio per rinviare alcune semine e consentire di abbassare il deflusso vitale e far alzare il livello dei laghi». «Bisogna ora capire - ha detto ancora Fontana - quelle che sono le differenti esigenze delle diverse regioni. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, mi ha anticipato che affronterà anche questo tema».